Il cardinale africano guida la protesta: cattolici, opponetevi alle benedizioni delle coppie gay

Martedì 6 Aprile 2021 di Franca Giansoldati
Il cardinale africano guida la protesta: cattolici opponetevi alle benedizioni delle coppie gay

Se il divieto di benedire le coppie gay ha scatenato una bufera mai vista da parte dei cattolici tedeschi e austriaci (compreso vescovi e preti) decisi a protestare e disobbedire con Roma, in Africa al contrario è iniziato in sordina un movimento opposto da parte delle Chiese. Una opposizione analoga, di stampo tradizionale, si era avuta anche durante il sinodo sulla famiglia e l'uscita della lettera apostolica Amoris Laetitia. Stavolta ha fatto scalpore, durante la veglia pasquale, il discorso fatto dal cardinale Philippe Ouedraogo del Burkina Faso che ha invitato i cristiani a ribellarsi a ogni forma di matrimonio tra persone dello stesso sesso.

Il cardinale africano ha esortato le famiglie cristiane africane a opporsi ai progetti legislativi che in vari paesi del continente stanno avanzando sostenute da “lobby” che sostengono e vogliono imporre il matrimonio omosessuale e la promiscuità. «Pur adottando i valori positivi della modernità, come soggetti attivi del futuro del mondo, le famiglie cristiane dovrebbero ribellarsi all'imperialismo di certe lobby e associazioni che sostengono e vogliono imporre il matrimonio omosessuale, il libertinaggio.

Vaticano, ormai è aperto dissenso anche in Austria: bandiere Lgbt sui campanili per Pasqua

Il porporato ha anche rifiutato la poligamia e l'adulterio spiegando che l'"indissolubilità" del matrimonio cristiano resta un punto fermo per la Chiesa e il magistero. Di pari passo, nelle parole pronunciate durante il triduo paquale, anche una riflessione molto amara sulla «insidiosa imposizione dei metodi contraccettivi antinatalisti riguardanti donne e ragazze. Ogni cristiano dovrebbe, come San Giuseppe, accogliere la vita umana, essere disponibile per essa e proteggerla», ha esortato, affermando che nella Pasqua, la famiglia umana, «disintegrata dal peccato, è ricostituita nella sua unità dal potere redentore della morte e risurrezione di Cristo».

La presa di posizione del cardinale del Burkina non è isolata. IN diversi momenti - anche in passato - gli episcopati africani hanno manifestato riserve e preoccupazioni per le leggi sulla depenalizzazione della omosessualità che stanno avanzando in diversi parlamenti. In Gabon, per esempio, è ferma in parlamento una proposta che dovrebbe a breve abolire le normative che attualmente puniscono le unioni gay. 

Coppie gay, si compattano le associazioni femminili cattoliche in Germania contro il Vaticano

Il tema sta sollevando polemiche anche in Nigeria dove ci sono attivisti della comunità Lgbt  costretti alla clandestinità poiché le loro relazioni sono vietate. Persino i film che vengono prodotti dalla fiorente industria cinematografica sono sottoposti ad una stretta censura. Alcuni mesi fa due cineasti nigeriani hanno rischiato di finire in galera per avere oltrepassato la soglia tollerata dalle autorità raccontando il legame omosessuale tra due donne. 


 

Ultimo aggiornamento: 16:05 © RIPRODUZIONE RISERVATA