Chico Forti, Di Maio: «Dobbiamo lavorare con intelligenza per riportarlo a casa»

Martedì 12 Maggio 2020
Chico Forti, Di Maio: «Dobbiamo lavorare con intelligenza per riportarlo a casa»

Chico Forti, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio continua a muoversi in prima persona per l'italiano detenuto negli Stati Uniti da più di 20 anni, del cui caso si è occupata anche la trasmissione Le Iene. Per Di Maio il caso di Chico Forti sarebbe un «tema prioritario assieme alla Libia». «Serietà e responsabilità devono guidarci ogni giorno. C'è il tema Libia che è prioritario e poi anche Chico Forti. Dobbiamo lavorare con intelligenza per riportarlo a casa». Lo ha detto, secondo quanto si apprende, il ministro degli Esteri Luigi Di Maio in una riunione ristretta con il suo staff durante la quale si è fatto il punto sui diversi dossier internazionali oltre all'emergenza coronavirus.

Chico Forti, Di Maio chiama l'ambasciatore italiano negli Usa: pronte nuove azioni

Rocco Siffredi, appello a Rocco Casalino per Chico Forti: «Quando mi hai chiamato io ti ho aiutato» VIDEO
 

 

Il ministro degli Esteri Lugi Di Maio ha già svolto nei giorni scorsi una videoconferenza con l'Ambasciatore d'Italia a Washington, Armando Varricchio, per un aggiornamento sulla situazione del caso Chico Forti. Di Maio, assistito dal Direttore Generale per gli Italiani all'estero Vignali ed alla presenza di funzionari del ministero della Giustizia, ha fatto il punto sulle azioni che si stanno portando avanti in favore di Chico Forti, condannato da un Tribunale della Florida nel 2000 alla pena dell'ergastolo e rispetto al quale il ministro e la Farnesina continueranno a mantenere massima attenzione e impegno.

 
 

 
 
 

Ultimo aggiornamento: 11:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA