Il pilota vola senza il tettuccio con il (super)caccia Su-57. Il video fa il giro del web

Martedì 13 Ottobre 2020 di Alix Amer
2

Un filmato a dir poco spettacolare sta rimbalzando in questi giorni sui social. Mostra un pilota russo che vola sul nuovo caccia stealth Su-57 del Cremlino senza il tettuccio (cappotta) dell'abitacolo.

Il pilota è ai comandi del velivolo monoposto ad altissima manovrabilità, con ampie capacità di combattimento supersoniche, dotato di radar ed elettronica avanzati, ma in questo caso senza la copertura protettiva principale. Secondo rapporti dei media Cina, Turchia e India sono interessate all’acquisto del jet, che secondo quanto riferito costa $ 50 milioni.

Caccia russo intercetta aereo italiano sul Mar Nero


Il filmato di tre secondi è stato appena rilasciato dai capi del ministero della Difesa di Vladimir Putin. Il tettuccio in triplo statro di plexiglass che copre la parte superiore e le pareti del pozzetto impediscono al pilota di congelarsi a morte. Molto probabilmente si tratta di un test delle procedure di emergenza nel caso in cui l’aereo si trovasse nei guai. Il tettuccio, in caso di azionamento del seggiolino eiettabile, può essere sganciato dal pilota oppure viene divelto da rostri metallaci applicati alla parte superiore del sedile. Gli analisti dicono che il pilota indossa una tuta speciale come protezione contro il freddo sad altezze estreme.
Il ministero non ha fornito dettagli sull’altitudine, la velocità o lo scopo del volo. L’aereo da guerra è progettato per trasportare l’avanzato missile ipersonico Kinzhal con capacità nucleare che opera a una velocità dieci volte superiore a quella del suono.

 

 

Coronavirus, aereo con aiuti dalla Russia atterrato a New York


Il volo “speciale” ha avuto luogo sul centro di test Chkalov ad Akhtubinsk, nella regione di Astrakhan.
Il Su-57, noto alla Nato come Felon, è anche visto trasportare una nuova variante “modernizzata” del missile aria-aria russo R-77-1 a medio raggio attivo a homing, dicono gli osservatori. È abilitato a selezionare bersagli anche con il jamming nemico ostile, affermano i russi.
Questa è la prima volta che il missile - noto anche con la designazione Articolo 180 - è stato visto in video open source. Un Sukhoi Su-57 ad alta tecnologia a dicembre è salito a spirale da un’altezza di cinque miglia per schiantarsi vicino a Komsomolsk-on-Amur.

Covid diretta mondo, il sindaco di Londra: «Nuove restrizioni sono inevitabili». Record di morti in Russia


La United Aircraft Corporation (UAC) ha svelato la storia dietro al nome del caccia Su-57. Su è ovviamente una riduzione di Sukhoi, il cognome di un famoso ingegnere aerospaziale russo. Il numero 5 rappresenta la quinta generazione dei caccia della Russia, mentre sette, secondo l’UAC, è un numero fortunato per il Sukhoi Design Bureau. Il jet è in grado di distruggere tutti i tipi di bersagli terrestri, navali e aerei. Il ministero della Difesa continua a testare il caccia, sebbene abbia notato che «si è esibito egregiamente in Siria», dove Mosca ha aiutato le truppe governative nella loro lotta contro «Daesh e altre organizzazioni terroristiche».

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 14 Ottobre, 09:00 © RIPRODUZIONE RISERVATA