Boris Johnson non si candida, rinuncia alla leadership del partito conservatore e a diventare premier

L'ex premier Boris Johnson si è chiamato stasera fuori dalla corsa per la successione a Liz Tuss come leader della maggioranza Tory

Domenica 23 Ottobre 2022
Boris Johnson non si candida, rinuncia alla leadership del partito conservatore e a diventare premier

L'ex premier britannico Boris Johnson rinuncia alla corsa per la successione alla dimissionaria Liz Truss. Lo riporta il Guardian.

L'ex premier Boris Johnson si è chiamato stasera fuori dalla corsa per la successione a Liz Tuss come leader della maggioranza Tory e primo ministro del Regno Unito, escludendo quindi per ora un suo tentativo di ritorno a Downing Street e spianando così la strada al suo ex cancelliere dello scacchiere Rishi Sunak. Johnson ha sostenuto di aver raccolto più dei 100 endorsement di deputati necessari a correre, ma di non essere riuscito a convincere Sunak e l'altra pretendente, Penny Mordaunt, a riunirsi dietro di lui. Pur ritenendo di essere la carta migliore per rivincere le elezioni nel 2024.

Ultimo aggiornamento: 24 Ottobre, 07:09 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci