Usa, Trump verso prova di forza. Biden: «Incredibile irresponsabile»

Giovedì 19 Novembre 2020
Usa, Trump verso prova di forza. Biden: «Incredibile irresponsabile»
1

Donald Trump tenta il colpo di scena per sovvertire l'esito delle elezioni in Michigan, uno degli stati chiave vinti da Joe Biden ma dove ancora il voto finale non è stato certificato. Il presidente uscente, riporta il New York Times, ha invitato alla Casa Bianca i legislatori repubblicani dello stato del Midwest con l'obiettivo di valutare la possibilità di cambiare i risultati emersi dalle urne. Si tratta di una decisione straordinaria che non ha precedenti. Ma anche una mossa disperata dopo il fallimento delle azioni legali avanzate dagli avvocati della campagna di Trump, compresa quella che parlava di brogli elettorali anche in Michigan.

«Quello che sta facendo Trump non è uno scherzo, è totalmente irresponsabile e incredibilmente dannoso», ha replicato il presidente eletto Joe Biden, denunciando ancora una volta gli ostacoli alla transizione da parte della Casa Bianca. «Non conosco i suoi motivi - ha aggiunto Biden parlando di Trump - è dura capire cosa pensi quell'uomo, ma sono fiducioso che sappia bene che non ha vinto». Intanto, secondo le ricostruzioni dei media, la convinzione di Trump sarebbe quella che negli stati dove nelle assemblee parlamentari c'è una maggioranza amica, vedi il Michigan, sarebbe possibile nel contesto di uno scenario incerto cambiare l'esito del voto popolare, e inviare così i propri grandi elettori al Collegio Elettorale, quello che il 14 dicembre dovrà eleggere formalmente il presidente. Una tesi di dubbia legalitaà che però verrebbe promossa da alcuni dei più stretti collaboratori del presidente uscente.

LEGGI ANCHE --> «Trump voleva attaccare l'Iran». Nyt: nel mirino un sito nucleare

Non c'è molto tempo comunque, visto che la commissione bipartisan che dovrà certificare il voto in Michigan si pronuncerà al massimo entro la giornata di lunedì. Intanto, nel corso di una conferenza stampa da molti osservatori definita «surreale», il team di avvocati guidato da Rudy Giuliani, il legale personale di Trump, ha difeso la tesi della diffusa illegalità del voto e dell'esistenza di enormi frodi elettorali che avrebbero favorito Joe Biden. Anche se nessuna risposta è stata data ai reporter che chiedevano di mostrare le prove.

Secondo Giuliani e la sua squadra dietro le presunte elezioni presidenziali truccate ci sono i brogli più disparati, tra cui quelli organizzati dai gruppi antifa e dalla Clinton Foundation. Ma anche dalla mafia di Philadelphia, e persino un'organizzazione legata ad Hugo Chavez, il leader venezuelano morto nel 2013. Biden ha infine svelato ai reporter di aver scelto il segretario al Tesoro della sua amministrazione, senza però svelarne il nome: l'annuncio ufficiale - ha detto - arriverà presto, al più tardi subito dopo le festività del Thanksgiving. «Scoprirete che è qualcuno - ha spiegato - che è accettato da tutte le anime del partito democratico, dall'ala progressista a quella moderata». In pole position nei giorni scorsi il nome della governatrice della Fed Lael Brainard, ma tra le altre candidature è spuntata anche quella della ex presidente della Fed, Janet Yellen.

 

Ultimo aggiornamento: 20 Novembre, 10:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA