Ansbach, l'attentatore aveva giurato fedeltà all'Isis. Rafforzata sicurezza in treni e aeroporti

PER APPROFONDIRE: ansbach, attentato, germania, isis
Bomba ad Ansbach, l'Isis rivendica attentatore gli aveva giurato fedeltà: «Più controlli in treni e aeroporti»
Le autorità tedesche hanno trovato un video in cui il siriano che si è fatto esplodere ad Ansbach giura fedeltà al califfo dell'Isis al Baghdadi. A riferirlo è stata la polizia locale poco prima che l'Isis rivendicasse l'attacco. «Una fonte di sicurezza ci ha confermato che l'autore dell'operazione martirio nella città di Ansbach in Germania è uno dei soldati dello Stato Islamico», ha scritto l'agenzia dello Stato islamico Aamaq aggiungendo che «ha condotto l'operazione rispondendo agli appelli a colpire i paesi della coalizione che combattono l'Isis».
 

«Un legame con lo Stato islamico nell'attacco kamikaze di ieri seranon può essere escluso», ha detto il ministro degli Interni tedesco, Thomas de Maiziere, secondo cui, tuttavia, anche l'instabilità psicologica del richiedente asilo siriano autore dell'attentato potrebbe essere un fattore. «La polizia federale rafforzerà la propria presenza e visibilità in aeroporti e stazioni», ha aggiunto.

De Maizière ha poi confermato che la richiesta d'asilo del siriano era stata rifiutata nel dicembre 2014 perché risultava una sua registrazione in Bulgaria e Austria. L'ingiunzione di espulsione dell'attentatore di Ansbach in Bulgaria, dove gli era stata riconosciuta una tutela in quanto profugo, era stata sospesa perché il profugo aveva fatto ricorso e gli erano stati riscontrati problemi psichici. Il 13 luglio di quest'anno era stata notificata una nuova ingiunzione di espulsione. Il rifugiato era arrivato per la prima volta in Germania il 3 luglio 2014. 

L'attentatore 27enne, unica vittima dell'attentato che ha fatto 12 feriti, si chiamerebbe Mohammed Delel. Secondo il quotidiano berlinese Tagesspiegel, per gli investigatori non è ancora chiaro se il rifugiato volesse farsi esplodere o innescare l'esplosivo con un dispositivo a distanza, forse collegato un telefono cellulare che aveva. 

Durante la perquisizione al centro di accoglienza per rifugiati dove viveva il siriano è stato trovato diverso materiale compatibile con la costruzione di bombe artigianali, come pezzi di ferro e batterie. Lo ha detto il ministro dell'Interno bavarese Joachim Herrmann. 

L'attentatore di Ansbach «ha un background islamico», ha detto ancora il ministro dell'Interno della Baviera, sostenendo che «non fosse completamente indipendente dalle idee radicali». Il rifugiato siriano aveva due telefoni cellulari, diverse schede Sim e un pc portatile in cui sono emersi da un primo esami video violenti con orientamento islamico e contenuti salafiti. Il più estremo era in arabo. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 25 Luglio 2016, 15:55






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Ansbach, l'attentatore aveva giurato fedeltà all'Isis. Rafforzata sicurezza in treni e aeroporti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 5 commenti presenti
2016-07-25 20:34:38
:)) quando leggo di pagliacciate come "affiliato a daesh", "giuramento di fedeltà" o menate simili altro non posso fare che sorridere. si concentrano sull'albero trascurando l'intera foresta, generata da un'unica radice islamo-nazista.
2016-07-25 19:57:02
il punto è che ormai è troppo tardi. Li abbiamo in casa e disfarsene non sarà facile. Come i virus
2016-07-25 19:28:31
Alzi la mano chi e' rimasto sorpreso...
2016-07-25 17:43:05
Meno male che la Germania e tutti i comunisti e buonisti d' europa erano e forse sono ancora convinti di far entrare delle risorse, e che risorse.Vergogna.
2016-07-25 16:43:25
Mettere al bando gli zainetti.