Recuperati resti dei passeggeri dell'aereo precipitato fra il Cile e il Polo Sud, le autorità: «Potrebbero esserci superstiti»

Mercoledì 11 Dicembre 2019
Aereo scomparso in Cile, avvistati i resti in mare

Rinvenuti in mare resti dei passeggeri e rottami dell'aereo scomparso nel canale di Drake fra il Cile e il Polo Sud. L'aeronautica militare cilena, infatti, ha reso noto di aver avvistato in mare alcuni resti dell'aereo militare C-130 Hercules scomparso dai radar con a bordo 38 persone, 35 militari e tre civili, decollato da Punta Arenas e diretto in Antartide

Precipita aereo del Cile diretto al Polo Sud con 38 persone a bordo Mappa

Svelato il mistero dell'aereo scomparso sulle Ande mezzo secolo fa: «Trovato il relitto del DC-3 dei calciatori del Green Cross»

 


Una nave della Marina cilena ha raggiunto la zona dove è scomparso l'aereo militare C-130 scomparso dai radar nella notte fra lunedì e martedì mentre, con 38 persone persone a bordo, si recava verso una base antartica. Secondo la radio BioBio, si tratterebbe dei resti di almeno cinque passeggeri e di numerosi relitti del velivolo.

Il ritrovamento, ha precisato l'emittente, è stato realizzato dall'unità della Marina cilena Marinero Fuentealba. Al riguardo l'amministratore della regione meridionale cilena di Magallanes, José Fernández, ha precisato che effettivamente sono stati rinvenuti «resti dell'aereo e delle persone che si trovavano al suo interno», rivolgendo un appello ai media ad essere rispettosi con le famiglie delle vittime, perché esiste ancora una speranza di «trovare vivi alcuni dei passeggeri». Una speranza che sembra andare contro ogni logica considerando che quel tratto di oceano è considerato fra i più inospitali del mondo: il canale di Drake, largo poco più di 800 chilometri, è spazzato di continuo da tempeste

 

Intanto via Twitter, in Brasile, il presidente Jair Bolsonaro ha annunciato che la nave della Marina brasiliana Almirante Maximianò ha rinvenuto «oggetti personali e relitti compatibili» con il C-130 cileno. Questo materiale, ha precisato il capo dello Stato, si trovava a circa 280 miglia nautiche (518 chilometri) da Ushuaia, in Argentina.

I resti sono stati individuati dalla nave cilena Antartic Endeavour ad una trentina di chilometri dal punto dell'ultimo contatto radio con l'Hercules C-130.

Ultimo aggiornamento: 12 Dicembre, 13:58 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci