Volontariato, il 61% delle imprese lo promuove

PER APPROFONDIRE: imprese, sodalitas, volontariato
Volontariato, il 61% delle imprese lo promuove
Il 61% delle imprese italiane promuove attività di volontariato e in gran parte lo fa da almeno 5 anni. Dal settore dei trasporti a quello della cosmesi, dall'editoria al food & beverage. Nel nostro Paese l'esercito dei volontari in orario di lavoro coinvolge aziende grandi e piccole, italiane e straniere, appartenenti a diversi settori dell'economia. È quanto emerge da una ricerca di Fondazione Sodalitas e Gfk Italia, condotta su un campione di 126 aziende di tutte le dimensioni, che rappresentano oltre il 9% del Pil e impiegano circa 255mila dipendenti. Il 36% delle aziende impegnate nel sociale è una Pmi (fino a 250 dipendenti) e tra queste il 19% ha meno di 50 dipendenti.

«Con il volontariato - spiegano in Sodalitas - l'impresa incoraggia, supporta o organizza la partecipazione attiva e concreta del proprio personale alla vita della comunità locale, o a sostegno di organizzazioni Nonprofit, durante l'orario di lavoro». Si tratta di «un percorso virtuoso, molto diffuso nel mondo anglosassone che sta diventando una realtà sempre più importante anche nel nostro Paese».

«La ricerca “Volontariato d’Impresa: l’esperienza delle aziende in Italia” offre una fotografia di questa attività nel nostro Paese con sfide e opportunità per tutti gli stakeholder coinvolti», afferma Adriana Spazzoli, presidente di Fondazione Sodalitas. «Con questa ricerca Fondazione Sodalitas conferma​ il proprio impegno a realizzare progetti multi-stakeholder in cui impresa e Nonprofit lavorano insieme per far crescere le comunità».
 
Dall’analisi delle finalità del volontariato, spiega un comunicato, emergono due aree motivazionali, una verso l’esterno e una verso l’interno. Le finalità che si rivolgono all’esterno si concentrano in particolare su tre fattori: contribuire a sostenere progetti di enti Nonprofit o di altre organizzazioni verso la comunità (64%); sviluppare reti sociali sul territorio di riferimento per portare valore di lungo periodo (34%); favorire la propria visibilità e consolidare la reputazione aziendale (49%). Quelle rivolte all’interno puntano sul favorire una forza lavoro motivata e coesa (47%) e sviluppare delle competenze dei dipendenti, seppure questo aspetto abbia un peso ancora marginale (14%).
 
L’analisi dei benefici riscontrati fa emergere molto forte, e in linea con gli obiettivi, l’importanza della dimensione interna: il 60% delle aziende rispondenti sottolinea infatti il maggior coinvolgimento dei dipendenti, il 49% il miglioramento del clima aziendale, il 38% un miglior lavoro di squadra e il 28% la fidelizzazione dei dipendenti. Quanto ai principali benefici raggiunti dall’azienda verso l’esterno la ricerca evidenzia il miglioramento della reputazione aziendale, citato dal 57% dei rispondenti, e il miglioramento delle relazioni nella comunità (49%).
 
In Italia i progetti di Volontariato d’Impresa sono gestiti in primis dalla funzione CSR (38% delle imprese), seguita al secondo posto dalla funzione Risorse Umane (21%). Quanto alle tematiche affrontate vi è particolare attenzione all’ambiente e al sociale verso molteplici target quali giovani, infanzia, persone con disabilità, senzatetto.
 
Per realizzare i programmi di Volontariato le imprese mettono a disposizione risorse e spesso anche servizi aggiuntivi. Innanzitutto il tempo messo a disposizione dei dipendenti è in maggioranza tempo retribuito: l’86% delle aziende rispondenti utilizza infatti questa tipologia e il 71% la considera prevalente. Oltre al tempo dei dipendenti, il 90% delle aziende mette a disposizione delle organizzazioni Nonprofit anche altre risorse quali risorse economiche (65%), donazione di prodotti (51%) e messa a disposizione servizi, spazi e strutture (34%). Rilevante anche il ruolo affidato ai dipendenti, le cui proposte generano iniziative di volontariato nel 27% delle aziende; così come le richieste che provengono dalle organizzazioni Nonprofit, che stimolano iniziative nel 27% dei casi.
 
Per incentivare la partecipazione dei dipendenti ai progetti di Volontariato d’Impresa (la quota di adesione media è del 20%) risultano decisivi il commitment del top management, un’efficace comunicazione interna e un coinvolgimento attivo degli stessi dipendenti sin dalla fase di progettazione. Infine, l’indagine evidenzia come, nella collaborazione tra Imprese e Terzo Settore, sia fondamentale la co-progettazione nel definire un obiettivo comune, avendo sempre in mente lo scopo finale di creazione di valore sociale condiviso.


 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lunedì 14 Maggio 2018, 16:49






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Volontariato, il 61% delle imprese lo promuove
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti