Domenica 1 Dicembre 2019, 09:33

Reddito di cittadinanza: spesi tre miliardi di euro, ma creati solo mille posti

PER APPROFONDIRE: domande, inps, reddito di cittadinanza
Reddito: spesi 3 miliardi, ma creati solo mille posti

di Francesco Bisozzi

Tre miliardi di euro spesi, ma neppure mille posti di lavoro creati. Secondo fonti sindacali, è questo il bilancio del reddito di cittadinanza: i percettori del sussidio che hanno trovato un impiego dopo aver siglato i patti per il lavoro sono, al momento meno di mille. Il tutto su un totale di oltre 700 mila beneficiari occupabili. Risultato? La fase due del reddito di cittadinanza, quella degli inserimenti nel mondo lavorativo, non solo non decolla, ma rischia addirittura di far precipitare tutta l’impalcatura su cui si regge la...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO
Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Reddito di cittadinanza: spesi tre miliardi di euro, ma creati solo mille posti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 29 commenti presenti
2019-12-01 18:03:20
I mille posti sono solo quelli dei "navigator".
2019-12-01 17:09:52
di che c'è da stupirsi? il rdc è stato creato appositamente per elargire la mancetta a certe categorie, tenendosele buone e pronte a votare "a gettone"!
2019-12-01 16:58:20
Amburgo togliti i paraocchi e non paragonare il flop italiano con il reddito nei paesi europei
2019-12-01 14:32:50
Il RDC è stato organizzato e gestito malissimo. Però leggiamo anche quanto scrive Il Giornale (non certo amico dei grillini): "Stando agli ultimi dati disponibili aggiornati al 30 settembre si nota che 18mila individui beneficiari del reddito avevano trovato un impiego attraverso le vecchie procedure messe in atto dai centri per l'impiego. La grande maggioranza di chi percepisce il sussidio che hanno trovato lavoro si è dovuta accontentare di un contratto a tempo determinato. In base a dati forniti dall' Anpal, solo il 18% dei 17.637 degli aventi diritto al bonus, assunti tra aprile e settembre, ha ottenuto un contratto a tempo indeterminato. Si ipotizza che i numeri molto bassi siano dovuti a problemi alla “fonte”. Le convocazioni nei centri per l'impiego vanno a rilento tanto che molte persone non hanno ancora iniziato i percorsi d’inserimento nel mondo del lavoro. Ma c’è di più. Esistono anche problemi di natura tecnica: in diverse regioni ai navigator sono stata forniti neanche gli strumenti informatici necessari per svolgere il proprio compito. Si ricorda, ad esempio, ch in Campania per il ruolo di tutor si è verificato uno scontro tra il governatore Vincenzo De Luca del Pd e l'Anpal. Dopo forti proteste e manifestazioni, si è trovato un accordo. Il braccio di ferro, però, ha fatto sì che si partisse con molti mesi di ritardo.
2019-12-01 14:17:57
Come ho più volte scritto, per me il Reddito e le Pensioni di Cittadinanza rappresentato una grandissima conquista sociale e di civiltà. Questo sostegno, che è già presente nella maggior parte degli Stati europei, assicura a tanti pensionati e a tanti lavoratori italiani temporaneamente disoccupati, anche con famiglia, di non mendicare o, ancora peggio, di non morire di fame. Come ho appreso dai Media, l’Istituto del Reddito di Cittadinanza sta gradualmente entrando a regime con l’insediamento dei Navigator e del Personale incaricato. Ci vorranno ancora alcuni mesi, ma sono convinto che alla fine sarà considerato dagli italiani come un’iniziativa lodevole, un merito che va attribuito da alla perspicacia del M5S, una Forza politica composta da persone intelligenti, attente ai problemi dei propri Cittadini e lungimiranti.