Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Taiwan: prosegue prova di forza Cina, gli ultimi aggiornamenti

Venerdì 5 Agosto 2022
Taiwan: prosegue prova di forza Cina, gli ultimi aggiornamenti
(Teleborsa) - Non accenna a diminuire la tensione tra Cina e Taiwan. Gli aerei e le navi da guerra cinesi hanno attraversato la linea mediana dello Stretto di Taiwan nel secondo giorno di esercitazioni militari su vasta scala in risposta alla visita a Taipei della presidente della Camera americana Nancy Pelosi.



In una nota, il ministero della Difesa dell'isola ha definito le ultime manovre come "altamente provocatorie". A partire dalle 11 locali (le 5 in Italia), "più aerei da guerra e navi da guerra cinesi hanno condotto esercitazioni intorno allo Stretto di Taiwan e hanno attraversato la linea mediana dello Stretto", dichiara il ministero.

E proprio nel l'ottica di monitorare la situazione, il ministero della Difesa di Taiwan ha fatto sapere che sono stati inviati aerei e navi e sono stati dispiegati sistemi missilistici terrestri perché la Cina "conduce esercitazioni militari su larga scala nelle zone circostanti di Taiwan"

Intanto, parlando di Taiwan all'East Asia Summit in Cambogia, il segretario di Stato Usa, Antony Blinken ha sottolineato che gli Stati Uniti cercano di "calmare le acque" e continuano a essere a fianco dei loro alleati e partner: lo riporta l'agenzia Reuters citando una fonte occidentale presente al vertice.

Definendo "clamorosamente provocatoria" la reazione della Cina alla visita della speaker della Camera Usa Nancy Pelosi a Taiwan, Blinken ha anche affermato che obiettivo di Pechino è intimidire non solo Taipei, ma anche i vicini, dopo aver lanciato le manovre militari più grandi di sempre nello Stretto di Taiwan, puntando al cambio dello status quo. Stando a quanto riferito da Bloomberg, Blinken, al vertice al quale hanno preso parte anche i ministri degli Esteri cinese e russo, Wang Yi e Sergei Lavrov, ha più volte ribadito che la visita di Pelosi era pacifica

(Foto: © Sattapapan / 123RF)
© RIPRODUZIONE RISERVATA