Reddito di cittadinanza, modifiche in manovra: più controlli e taglio all'assegno se si rifiutano due proposte di lavoro

Il «decalage» dell'assegno dovrebbe essere progressivo

Mercoledì 27 Ottobre 2021
1

Più controlli per ottenere il Reddito di cittadinanza, il cui assegno sarà tagliato per chi rifiuta due proposte di lavoro. E' quanto previsto dalla legge di bilancio, che modificherà la normativa vigente a quanto si apprende dalla cabina di regia in corso a Palazzo Chigi. Il «decalage» dell'assegno dovrebbe essere progressivo, dal secondo rifiuto in poi, ma non sarebbero state indicate le percentuali del taglio.

Reddito di cittadinanza flop: non crea lavoro e i navigator abbandonano i centri per l'impiego

Cashback, in salita ipotesi ritorno rimborsi nel 2022. E intanto arriva il superpremio

 

Reddito di cittadinanza, cosa cambia

La proposta di 'restyling' del reddito di cittadinanza è stata proposta dal ministro dell'Economia Daniele Franco nel corso della cabina di regia con il premier Mario Draghi e le forze di maggioranza sulla manovra, domani in Cdm. Alla riunione non è stato presentato il testo della legge di bilancio e, al momento, non è stato ancora affrontato il nodo più annoso, quello delle pensioni.

 

 

Ultimo aggiornamento: 20:14 © RIPRODUZIONE RISERVATA