Petrolio russo, tetto al prezzo: 60 dollari al barile. Accordo nell'Unione Europea

Von der Leyen: «Price cap ridurrà in modo le entrate della Russia e ci aiuterà a stabilizzare i prezzi globali dell'energia»

Venerdì 2 Dicembre 2022
Petrolio russo, tetto al prezzo: 60 dollari al barile. Accordo nell'Unione Europea

L'Unione Europea si unirà al G7 nell'imporre un tetto al prezzo del petrolio russo via mare. Lo fa sapere la presidenza ceca su Twitter. Il tetto è stato fissato a 60 dollari al barile.

Energia, la guerra spinge rinnovabili e biocarburanti: dalla Russia forniture di gas verso l'Ue tagliate dell'80%

Petrolio russo, l'accordo nell'Ue

La Polonia, che spingeva per un tetto più basso, ha ritirato la sua obiezione alla proposta europea. «L'accordo dell'Ue sul tetto al prezzo del petrolio, coordinato con il G7 e altri partner, ridurrà in modo significativo le entrate della Russia, ci aiuterà a stabilizzare i prezzi globali dell'energia, a beneficio delle economie emergenti di tutto il mondo, e sarà regolabile nel tempo così da poter reagire agli sviluppi di mercato», ha commentato la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen.

Il plauso degli Usa

Gli Usa accolgono positivamente il price cap europeo sul petrolio russo, che «aiuterà a limitare la capacità della macchina da guerra di Putin» in Ucraina. Lo ha detto il portavoce del consiglio per la Sicurezza Nazionale della Casa Bianca, John Kirby. Secondo Kirby, in attesa dell'annuncio ufficiale, il limite a 60 dollari è «appropriato».

Ultimo aggiornamento: 21:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA