Manovra, tutte le misure dal reddito a pensioni e superbonus. Salta il cashback: «Cancellato anche nel 2022»

Mercoledì 27 Ottobre 2021
Manovra, tutte le misure dal reddito al superbonus. Salta il cashback: «Cancellato dal 2022»

Nuova «quota» per le pensioni per un solo anno, stretta sul reddito di cittadinanza, proroga del superbonus anche per le villette ma con un tetto di Isee a 25mila euro. Con una settimana di ritardo sulla tabella di marcia - che prevede l'invio al Parlamento entro il 20 ottobre - prende forma la prima legge di Bilancio targata Draghi-Franco che domani, sciolti gli ultimi nodi nella cabina di regia, arriverà sul tavolo del Consiglio dei ministri.

 

Leggi anche > Paragone si arrende, entra al Senato col Green pass. Diceva: «Non lo esibirò mai»

 

Una manovra espansiva da 23 miliardi, che conferma l'impianto del Dpb trasmesso a Bruxelles e che contiene le risore per la riforma degli ammortizzatori e quelle, sempre solo con un fondo ad hoc, per il primo assaggio di taglio delle tasse, in attesa della riforma vera e propria del sistema che arriverà con la delega fiscale.

 

NEL 2022 IN PENSIONE CON QUOTA 102: Dopo aver esaminato diversi schemi, per l'addio a Quota 100 arriva una soluzione per un solo anno, il 2022, in cui si potrà andare in pensione in anticipo raggiungendo Quota 102 con 64 anni di età e 38 di contributi e un fondo (da 3-400 milioni, per traghettare i più penalizzati dall'innalzamento dei requisiti). Un passaggio minimo (e che secondo i primi calcoli non aprirebbe spazi di flessibilità per moltissime persone) che serve però a sminare le proteste della Lega e l'ira dei sindacati, che ora si aspettano un tavolo di riforma.

 

REDDITO, PIÙ FONDI MA SI CAMBIA: Per la misura bandiera del M5S arriva l'annunciata stretta, con controlli preventivi e un taglio dell'assegno a partire dalla seconda proposta di lavoro rifiutata, con un «decalage» progressivo. Ci sarà comunque un rifinanziamento da 800 milioni per coprire l'incremento della platea.

 

FISCO, SCELTE RINVIATE AL PARLAMENTO: sul taglio delle tasse manca l'intesa e così in manovra per ora nero su bianco ci sarà solo il fondo da 8 miliardi. A chi destinarli (Irpef, cuneo o contributi) sarà una scelta che si compierà in Parlamento durante l'esame nelle Aule di Camera e Senato.

 

SUPERBONUS, TETTO AL REDDITO PER LE VILLETTE: la proroga arriverà e sarà per tutto il 2022 anche per le abitazioni monofamiliari ma con un tetto di Isee per i proprietari fino a 25mila euro e limitato quindi, viene spiegato, alle sole prime case. Per i condomini la proroga sarà al 2023, con successivo decalage. Confermati anche gli altri incentivi per la casa, dall'ecobonus al bonus verde a quello per il rinnovo dei mobili. Il bonus facciate sarà prorogato ma la percentuale scenderà dal 90 al 60% il prossimo anno.

 

STOP AL CASHBACK, 1,5 MLD SUL PIATTO: la misura voluta dal governo Conte è destinata a essere cancellata. Partita il primo gennaio 2021 consentiva di ottenere il rimborso del 10% sull'importo degli acquisti con le carte. Già sospesa fino alla fine dell'anno ora viene archiviata anche nel 2022 mettendo a disposizione 1,5 miliardi.

 

FAMIGLIA E CASA, DAI CONGEDI AGLI ASILI: diventano strutturali i 10 giorni di congedo obbligatorio per i papà, viene prorogato lo sconto per gli under 36 che acquistano la prima casa e arrivano fondi aggiuntivi per asili nido e scuole dell'infanzia.

 

PIÙ FONDI A SANITÀ, RICERCA E TPL: alla sanità , in prima linea nell'emergenza Covid, arriveranno altri 4 miliardi tra Fondo sanitario e fondi per i vaccini e farmaci anti-virus. Altri 400 milioni andranno alla ricerca - che sarà potenziata anche attraverso il Pnrr con il passaggio da 9mila a 20mila dottorati - e sarà rifinanziato anche il trasporto pubblico locale.

 

SPINTA A INVESTIMENTI, 4 MLD A IMPRESE: ci saranno 2 miliardi per le infrastrutture e il Fondo di sviluppo e coesione, mentre altri 4 miliardi sosterranno gli investimenti privati.

Ultimo aggiornamento: 21:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA