Gualtieri, chiederemo scostamento bilancio per altre misure

Martedì 17 Novembre 2020

(Teleborsa) - Occorre rafforzare "gli interventi" perchè pure "se si intravede la luce" per il "lavoro su vaccini promettenti ora "dobbiamo aiutare gli italiani a traghettare" questo periodo "e preparare interventi massicci per rilanciare l'economia". Così il Ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, dopo l'ok in CdM alla Legge di Bilancio, ha confermato a Unomattina su Rai1, l'intenzione del Governo di chiedere al Parlamento un "nuovo scostamento di bilancio" perchè sono necessarie "risorse aggiuntive".

"Finalmente si intravede una luce alla fine del tunnel quindi noi abbiamo la consapevolezza che questo periodo che non sappiamo esattamente quanto durerà è un periodo difficile ma sappiamo che finirà", ha sottolineato.

Gualtieri ha poi ammesso i ritardi sulla tabella di marcia nell'approvazione della manovra ma adesso, ha aggiunto, il lavoro "l'abbiamo ripreso e concluso", ha risposto sul tema chiarendo che rispetto alla "normale politica di bilancio, i tempi della pandemia richiedono una certa compressione dei tempi perchè nel frattempo abbiamo dovuto giustamente fare delle misure di ristoro".

Ora, ha proseguito, c'è il "tempo per affinare ulteriormente la manovra con le risorse ulteriori che verranno dallo scostamento di bilancio e anche per occuparci di proseguire il lavoro di sostegno immediato di settori che devono fare un sacrificio per aiutarci tutti insieme a contrastare questo virus".

"Sono fiducioso - ha detto - che la manovra passerà e come sempre la Camera e il Senato miglioreranno il testo con il loro contributo".

Dopo il varo della manovra e le critiche dei sindacati che hanno protestato per non essere stati ascoltati dal governo prima del varo definitivo della legge di bilancio, il Titolare del Tesoro conferma che "è avviato un dialogo con le parti sociali, ognuno fa il suo mestiere. I sindacati chiedono sempre di più, di più, di più e il Governo deve naturalmente guardare ad un equilibrio più generale".

"Con i Sindacati avevamo anche discusso prima, avevamo anche condiviso la scelta di prolungare il blocco dei licenziamenti, di introdurre delle misure per le politiche attive", ha detto Gualtieri, aggiungendo che l'esecutivo proseguirà "con grande impegno il dialogo che ci deve essere con l'opposizione in Parlamento e soprattutto con quelle forze che si dichiarano disponibili ad assumere un atteggiamento responsabile ma anche con le parti sociali come sempre questo Governo ha fatto e continuerò a fare".

Quanto a un possibile ritardo sul tesoretto del Recovery Fund, per Gualtieri la posizione di Polonia e Ungheria è "sbagliatissima", sottolineando di ritenere che "questi due Paesi non potranno bloccare a lungo questo negoziato". "Giovedì" c'è una "riunione dei capi di Stato e di Governo - ha detto - vedremo".

© RIPRODUZIONE RISERVATA