Europa a picco. Volano gas e petrolio, sale lo spread

Lunedì 5 Settembre 2022
Europa a picco. Volano gas e petrolio, sale lo spread
(Teleborsa) - Si aggrava il bilancio delle borse europee strette nella morsa del gas, dopo la decisione di Gazprom di tenere chiuso il gasdotto Nord Stream a tempo indeterminato. La notizia ha fatto volare i prezzi del gas sulla piazza di Amsterdam e allo stesso tempo ha fatto cadere l'euro nei confronti del dollaro sotto quota 0,99 usd, con il mercato che teme per la tenuta dell'economia europea. Corre il prezzo del petrolio in vista dell'atteso taglio alla produzione da parte dei Paesi dell'Opec+, per mantenere alti i prezzi dell'oro nero.

Sul mercato valutario, prevale la cautela sull'Euro / Dollaro USA, che continua la seduta con un leggero calo dello 0,39%. Giovedì si riunisce la BCE. Restano le aspettative di un maxi-rialzo dei tassi di 75 punti base. L'Oro mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1.711,8 dollari l'oncia. Pioggia di acquisti sul petrolio (Light Sweet Crude Oil), che mostra un guadagno del 2,38%.

In salita lo spread, che arriva a quota +241 punti base, con un incremento di 10 punti base, con il rendimento del BTP decennale pari al 3,96%.

Tra gli indici di Eurolandia sensibili perdite per Francoforte, in calo del 2,59%, si concentrano le vendite su Londra, che soffre un calo dello 0,89%; in apnea Parigi, che arretra dell'1,84%. Pioggia di vendite sul listino milanese, che scambia con una pesante flessione del 2,35%; sulla stessa linea, viene venduto parecchio il FTSE Italia All-Share, che continua la seduta a 23.367 punti.
Al top tra le azioni più importanti di Milano, segna un buon incremento Tenaris, che riporta un +0,81% rispetto al precedente.

Le più forti vendite, invece, si manifestano su Interpump, che prosegue le contrattazioni a -4,94%.

Tonfo di Pirelli, che mostra una caduta del 4,00%.

Lettera su Campari, che registra un importante calo del 3,84%.

Scende Stellantis, con un ribasso del 3,65%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Caltagirone SpA (+3,42%), Wiit (+1,17%) e B.F (+1,13%).

Le più forti vendite, invece, si manifestano su ERG, che prosegue le contrattazioni a -6,03%.

Crolla OVS, con una flessione del 4,44%.

Vendite a piene mani su Anima Holding, che soffre un decremento del 4,36%.

Pessima performance per Buzzi Unicem, che registra un ribasso del 3,86%.

Tra gli appuntamenti macroeconomici che avranno la maggiore influenza sull'andamento dei mercati:

Lunedì 05/09/2022
02:45 Cina: PMI servizi Caixin (atteso 54 punti; preced. 55,5 punti)
10:00 Unione Europea: PMI servizi (atteso 50,2 punti; preced. 51,2 punti)
10:00 Unione Europea: PMI composito (atteso 49,2 punti; preced. 49,9 punti)
11:00 Unione Europea: Vendite dettaglio, mensile (atteso 0,4%; preced. -1,2%)
11:00 Unione Europea: Vendite dettaglio, annuale (atteso -0,7%; preced. -3,7%).
© RIPRODUZIONE RISERVATA