Electrolux, dopo 14 anni firmato l'integrativo aziendale: premio di risultato +50%

Mercoledì 30 Giugno 2021
L'Electrolux di Porcia

PORCIA - È stato firmato oggi, 30 giugno, con i sindacati il nuovo contratto integrativo aziendale della multinazionale svedese Electrolux, a distanza di 14 anni dal precedente. Il contratto giunge al culmine di una lunga trattativa con le rappresentanze sindacali di Fiom, Fim e Uilm, ed entrerà subito in vigore per i circa 5 mila dipendenti del Gruppo nei 5 stabilimenti produttivi italiani: Cerreto D'Esi, Forlì, Porcia, Solaro e Susegana. Il rinnovato contratto Integrativo, che sostituisce il precedente del 2007, avrà durata quadriennale e prevede diverse novità, come l'aumento di oltre il 50% del premio di risultato attualmente percepito. 

Tra le altre novità previste dall'accordo, ci sono ulteriori progressi in materia di welfare, supporto alla genitorialità, contrasto al gender pay gap e miglioramento delle condizioni lavorative attraverso importanti investimenti per il microclima nei luoghi di lavoro. «Siamo soddisfatti per il nuovo contratto integrativo aziendale sottoscritto con le organizzazioni sindacali - le parole di Ruben Campagner, Industrial Relations Director di Electrolux Italia -. Nonostante le trattative si siano svolte in un contesto complesso, l'entrata in vigore di questo accordo testimonia ancora una volta come il sistema partecipativo di Electrolux e il suo sistema di relazioni industriali sia basato sul dialogo costante e sulla ricerca di soluzioni condivise».

Ultimo aggiornamento: 19:53 © RIPRODUZIONE RISERVATA