Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Milleri presidente di Delfin: ecco la scelta di Del Vecchio. Bardin confermato come ceo

Dopo aver ripartito il capitale in otto quote uguali, il patron ha valorizzato le due persone a lui più vicine

Martedì 5 Luglio 2022 di Rosario Dimito
Delfin, Francesco Milleri presidente: ecco la scelta di Del Vecchio

Dopo aver ripartito il capitale della Delfin in otto parti uguali, Leonardo Del Vecchio ha concepito la governance nel segno della continuità, collante della coesione familiare. Francesco Milleri, presidente e amministratore delegato di EssilorLuxottica, è anche il nuovo presidente della holding lussemburghese «sulla base delle indicazioni del fondatore». Informa una nota che il cda di Delfin «ha preso atto dell’entrata in carica di Francesco Milleri quale nuovo amministratore della società, in sostituzione del Cavalier Leonardo Del Vecchio, in attuazione delle disposizioni statutarie», scomparso lunedì 27 ottobre. A sua volta Romolo Bardin conserva le deleghe operative della società, nel suo ruolo di amministratore delegato. Alla guida del gruppo, l’imprenditore fondatore di Luxottica ha quindi voluto i due manager di fiducia che finora hanno gestito al suo fianco l’impero di un valore complessivo di circa 80 miliardi. Alla Delfin fanno capo il 32,2% di EssiLux, il 26% di Covivio, il 19,4% di Mediobanca, il 9,82% di Generali, l’1,9% di Unicredit. 

Francesco Milleri presidente di Delfin, Romolo Bardin amministratore delegato

LE PARTITE

La successione si è completata secondo uno schema che Del Vecchio aveva prefigurato da tempo e che per mantenere l’unità prevede un quorum dell’88% per modificare lo statuto e per gli eventuali passaggi azionari. Il capitale della Delfin è stato frazionato in otto quote di 12,5%. I tre figli avuti dalla prima moglie Luciana Nervo: Claudio (65 anni), Marisa (64 anni), Paola (61 anni); i due della ex compagna Sabina Grossi: Luca (21 anni) e Clemente (18 anni); Leonardo Maria (27 anni) avuto da Nicoletta Zampillo (sposata due volte), anche lei beneficiaria di un 12,5% e, infine, un pacchetto uguale è stato assegnato a Rocco Basilico (32 anni), figlio del suo primo matrimonio con il finanziere Paolo Basilico. Rocco è chief wearables officer, capo della divisione degli occhiali smart e digitali, nonchè ad di Oliver Peoples, uno dei marchi di lusso di Luxottica. Milleri e Bardin porteranno così avanti le strategie attuate finora da Del Vecchio, il primo con un focus sulla parte industriale, il secondo concentrato sulle partite finanziarie riguardanti in particolare Mediobanca e Generali. E da quanto è emerso finora, la continuità dovrebbe essere garantita su tutti i fronti. Del resto, Milleri e Bardin condivideranno le decisioni con il cda di Delfin composto dalle figure indicate dal fondatore: il notaio Mario Notari, custode delle sue volontà; Aloyse May, avvocato lussemburghese; Giovanni Giallombardo, anche lui con esperienza nel Granducato maturata in Unicredit Luxembourg.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA