Bonus ristoranti, verso conto light. «Rimborso 20% sulla carta». Ipotesi sconti su moda e arredo

Martedì 4 Agosto 2020
Bonus ristoranti, verso conto light. «Rimborso 20% sulla carta». Ipotesi sconti su moda e arredo

Potrebbe arrivare, a breve, con il Dl agosto, il bonus ristoranteNuova tranche di aiuti per proteggere e incentivare i posti di lavoro e conto più leggero al ristorante per spingere i consumi e risollevare i settori più colpiti dalla crisi innescata dal Coronavirus.

Il governo stringe sul decreto di agosto che distribuirà altri 25 miliardi in deficit e mette a punto il menù del provvedimento che dovrebbe arrivare sul tavolo del Consiglio dei ministri giovedì. Prima di passare la palla ai tecnici, che dovrebbero aggiustare il testo domani in preconsiglio, il premier Giuseppe Conte riunisce capidelegazione, responsabili economici dei partiti di maggiorana e i ministri più coinvolti (oltre a Roberto Gualtieri anche Nunzia Catalfo e Stefano Patuanelli), per mettere ordine tra le tante proposte avanzate in queste settimane.
 

Pacchetto lavoro


Pilastro dell'intervento rimane il pacchetto lavoro, che da solo assorbirà oltre la metà dei fondi, circa 13 miliardi: Catalfo ne illustra i contenuti ai sindacati prima di andare a Palazzo Chigi, raccogliendo consenso attorno alle due misure cardine, proroga degli ammortizzatori per altre 18 settimane e blocco dei licenziamenti ancora fino a fine anno, con eccezioni per chiusure e fallimenti e, probabilmente, per gli accordi sindacali sugli esodi volontari. Le prime 9 settimane di Cig Covid saranno per tutti, mentre la seconda tranche avrà dei paletti legati ai cali di fatturato: chi ha perso più del 20% continuerà ad accedere 'gratis' all'ammortizzatore di emergenza, gli altri potranno chiederlo ma pagando il 9% con cali sotto il 20% o il 18% se non si sono registrate perdite.

Confermata anche la possibilità fino a dicembre di prorogare i contratti a termine senza causali. In più ci saranno 500 milioni aggiuntivi per il Fondo nuove competenze (che faranno salire la dote complessiva dello strumento alternativo alla cassa a 730 milioni). Novità, invece, sul fronte degli sgravi contributivi che non si limiteranno alle nuove assunzioni a tempo indeterminato che aumentano la forza lavoro o ai dipendenti fatti rientrare dalla Cig ma riguarderanno anche - con una decontribuzione di 3 mesi - gli stagionali del turismo. Per il settore, e in particolare per la ristorazione, è in preparazione un mix di nuove misure, promesse al settore dal viceministro Laura Castelli, dalla proroga fino a fine anno dell'esonero dalla Tosap (che dovrebbe essere esteso anche agli impianti pubblicitari) fino al nuovo incentivo per i consumi.

Bonus a chi paga col bancomat, 2 miliardi per i consumi. Mini-rimborso sul tavolo ​del governo

Spagna, prezzi import-export in recupero a giugno


Sconto 20%


Lo sconto per chi va al ristorante dovrebbe attestarsi sul 20%, con rimborso che arriverebbe direttamente sul conto o sulla carta o, in alternativa, registrando scontrini e ricevute su una apposita app. Ma resta alto il pressing per estendere il bonus sugli acquisti anche ad altri settori, dalla casa (per l'acquisto di beni come mobili, arredi, elettrodomestici) alla moda (abbigliamento e calzature). Anche in questo caso sarebbero privilegiati i pagamenti tracciabili, con carte e bancomat e la proposta, elaborata al Mise dal sottosegretario Alessia Morani, vedrebbe uno sconto per il cliente subito, al momento dell'acquisto, che poi lo Stato rimborsa al negoziante entro un termine massimo di un mese. Gli sconti andrebbero dal 10 al 20% e sarebbero riconosciuti per acquisti fatti 'di personà, escludendo quindi l'e-commerce. Con il decreto dovrebbe poi arrivare nuovo ossigeno per le casse di Comuni e Regioni da circa 5 miliardi complessivi (compresi sostegni per il trasporto pubblico locale) e altri 500 milioni per l'automotive.

Ultimo aggiornamento: 5 Agosto, 06:36 © RIPRODUZIONE RISERVATA