Moody's taglia stime crescita pil Italia: + 1,2% nel 2018

PER APPROFONDIRE: crescita, italia, moody's, pil
Moody's taglia stime crescita pil Italia: + 1,2% nel 2018
L'agenzia americana di valutazione del debito Moody's ha abbassato le sue stime di crescita del Pil italiano dall'1,5% all'1,2% per il 2018 e dall'1,2% all'1,1% per il 2019 alla luce della «forza inferiore alle attese» manifestata dall'economia nel secondo trimestre del 2018. Per Moody's, si legge nell'aggiornamento del suo "Global macro outlook", l'economia globale «resta solida» ma potrebbe aver raggiunto «il suo picco» anche perché «le tensioni commerciali degli Usa con la Cina peggioreranno quest'anno, pesando sulla crescita globale nel 2019».

Secondo Moody's «le tensioni commerciali tra gli Usa e la Cina sono probabilmente destinate a deteriorarsi quest'anno e intaccheranno la crescita globale nel 2019». Lo «scenario base» prevede l'introduzione di ulteriori dazi sui beni cinesi, rispetto a quelli del 25% attualmente in vigore su 50 miliardi di dollari di importazioni da Pechino. «Ci aspettiamo di vedere maggiori restrizioni alle acquisizioni cinesi di aziende americane ed europee e il nostro scenario di base adesso prevede che l'amministrazione Usa andrà avanti con alcune delle restrizioni proposte sull'importazione di beni dalla Cina», si legge nell'aggiornamento trimestrale dell'outlook globale.

Per quanto riguarda l'Eurozona Moody's parla di «solida crescita» nonostante il Pil reale abbia subito un «modesto rallentamento» nel secondo trimestre dell'anno (+2,2% anno su anno dopo il +2,5% del primo trimestre). «Tutti gli indicatori compresa la produzione industriale, l'indice Pmi, le vendite al dettaglio e il sentimento si sono leggermente indeboliti dai massimi storici di inizio anno, anche se restano robusti».

Indipendentemente questa lieve frenata, «le principali economie dell'Eurozona (con l'eccezione dell'Italia) stanno crescendo con un passo solido» pur dovendo fare i conti con il «rallentamento della spinta del commercio» anche grazie a una «solida domanda domestica» supportata dalla crescita dell'occupazione in tutte le economie.

L'attività economica si è «leggermente indebolita» in Italia nel secondo trimestre (+0,2% rispetto al +0,3% del primo trimestre). «Alla luce della forza più debole delle attese», Moody's ha così deciso di abbassare le stime sul Pil italiano nel prossimo biennio, confermando invece quelle sull'area euro, sulla Germania e sulla Gran Bretagna e rivendendo al ribasso solo quelle della Francia nel 2018 (dal 2% all'1,8%).

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 23 Agosto 2018, 13:40






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Moody's taglia stime crescita pil Italia: + 1,2% nel 2018
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2018-08-25 14:08:23
....ovvio,abbiamo tutto e troppo......!....esportare.....!
2018-08-24 00:46:30
Ah beh, il governo precedente andava a gonfie vele...
2018-08-23 19:01:15
il governo del cambiamento ha raggiunto un risultato
2018-08-23 15:58:26
servono più tasse per rilanciare l' economia ...........e certo questo paese è stato dilaniato dalla massoneria politica