Brand e negozi nuovi, la “casa” di Carbonelli e del gruppo G&C Enterprise è sempre più grande

Mercoledì 30 Giugno 2021 di Rosario Dimito
Brand e negozi nuovi, la “casa” di Carbonelli e del gruppo G&C Enterprise è sempre più grande

Nel mezzogiorno ambizioso ed intraprendente che vuole cavalcare la ripresa post-Covid dando un contributo al rialzo del Pil del 5% nel 2021, Cosimo Carbonelli d’Angelo, 45 anni, imprenditore napoletano, vuole fare la sua parte. Carbonelli d’Angelo si era iscritto all’università a 18 anni e contestualmente seguiva il padre Gaetano, importatore tessile dalla Cina, in giro per fiere ed uffici in Asia. Non ha completato gli studi di legge («Mi sono fermato a 11 esami perché il lavoro mi appassionava come oggi e mi assorbiva tutto il tempo»). Il giovane aspirante avvocato ha ereditato l’azienda di famiglia che è l’attuale G&C Enterprise, un gruppo che fra import e distribuzione di tessile per il tramite di più canali distributivi, fattura 30 milioni, attraverso una rete di 70 negozi monomarca su tutto il territorio nazionale e si caratterizza per un’offerta con un livello qualitativo elevato ed un posizionamento, in termini di prezzo, estremamente smart. È licenziataria dei marchi Kappa, Superga, Disney, Romeo Gigli, e opera con il marchio di Homewear, intimo e tessile per la casa Kisené.

SODDISFAZIONE DEL CLIENTE

Per i primi giorni di luglio ha messo sulla rampa di lancio Casa Conveniente, improntata sul connubio di prezzi competitivi, da discount, con una proposta per l’80% incentrata sul tessile-casa e per il restante 20% su articoli da cucina, home decor e piccoli elettrodomestici. «Si tratta di una naturale estensione del nostro format, basato su un concetto discountistico, ma mantenendo una componente emozionale sia nell’offerta dei prodotti che nell’ambiente dove essi vengono offerti. Abbiamo scelto di aprire il primo store Casa Conveniente a Villafranca di Verona, di fianco ad un LIDL, colosso della GDO operante nel segmento discount; il secondo sarà all’interno del centro commerciale Le Rondinelle, a Brescia», anticipa Carbonelli D’Angelo. Il progetto di Casa Conveniente prevede un piano di aperture di negozi a gestione diretta con metrature, in una prima fase, comprese tra i 200 e i 400 metri quadri. «Vorremmo poi arrivare a spazi più ampi, fino a 500 metri, che ci permetteranno anche di inserire altre categorie merceologiche. Dopo i primi negozi pilota del 2021 ci piacerebbe aprirne 8-10 nel 2022».

CENTRI COMMERCIALI

In parallelo proseguirà il piano di sviluppo di G&C Enterprise Spa. Saranno 20 i nuovi punti vendita Kisené diretti e in franchising conto vendita che verranno inaugurati entro l’anno. «Stiamo investendo importanti risorse per accelerare il processo di sviluppo – continua – La nostra strategia si focalizza su un’offerta unica nel panorama della biancheria e dell’abbigliamento per la casa, offriamo prodotti con marchi attrattivi che disegniamo in Italia, ispirati dalle ultime tendenze in fatto di moda e li produciamo in Paesi a basso costo di manodopera, per permettere ai nostri clienti una “shopping experience” appagante. Sono convinto che il pubblico sia sempre più consapevole ed attento a trovare un giusto rapporto fra prezzo e qualità, noi siamo pronti a cogliere le opportunità di un mercato che crediamo premierà chi investe nella soddisfazione del consumatore. Il nostro progetto di crescita è ambizioso - ammette Carbonelli - ma sono certo che, grazie al nostro impegno ed alla quantità di risorse messe in campo, riusciremo a raggiungere gli obiettivi prefissati». I negozi Kisené sono ubicati in importanti centri commerciali o in centro città e si caratterizzano per un layout dalle linee essenziali e innovative.   Nell’anno del Covid, in cui il comparto tessile ha perso il 30-40% del fatturato, G&C Enterprise è riuscita a contenere il calo del proprio giro d’affari al 15% rispetto al 2019,durante il quale aveva fatturato 25 milioni. 

Ultimo aggiornamento: 2 Luglio, 15:22 © RIPRODUZIONE RISERVATA