Recovery, spinta alla concorrenza: dai servizi ai trasporti locali, i monopoli sul binario morto

Mercoledì 5 Maggio 2021
Recovery, spinta alla concorrenza: dai servizi ai trasporti locali, i monopoli sul binario morto

Spinta alla concorrenza come fattore di coesione e giustizia sociale. Il primo passo dell’obiettivo enunciato nel Pnrr è la presentazione della legge annuale per la concorrenza, sulla carta prevista ogni anno ma di fatto approvata solo nel 2017. Stavolta il provvedimento sarà presentato in Parlamento entro il prossimo luglio: le misure, da proseguire con successive leggi annuali, riguarderanno quattro ambiti principali. Il primo è la realizzazione di infrastrutture strategiche nei settori delle tlc (riduzione degli oneri amministrativi), dei porti (criteri trasparenti per il rilascio delle concessioni) e delle reti elettriche (norme per la tempestiva attuazione dei piani di sviluppo). C’è poi l’obiettivo di rimuovere le barriere all’entrata dei mercati, in materia di concessioni idroelettriche, di concessioni del gas naturale, di concessioni autostradali e di vendita di energia elettrica. Il terzo ambito toccherà gli effetti sociali della concorrenza incidendo sui servizi pubblici locali, sull’erogazione dei servizi sanitari, sulla gestione dei rifiuti. Infine, il governo punta a rafforzare i poteri di attuazione della normativa antitrust sia per quanto riguarda la valutazione delle operazioni di concentrazione, sia per il contrasto al potere economico di imprese operanti in più mercati. Le varie autorità nazionali saranno rafforzate. 

Ultimo aggiornamento: 1 Giugno, 20:57 © RIPRODUZIONE RISERVATA