Manovra, Gualtieri: «Benzina non aumenta nel 2021, per i 18enni bonus di 300 euro»

Giovedì 19 Dicembre 2019
1

«Primi segnali incoraggianti» dall'economia italiana: lo ha detto il ministro dell'Economia Roberto Gualtieri in audizione alla Camera sulla manovra. La manovra «riduce la pressione fiscale rispetto agli andamenti tendenziali ma anche rispetto al risultato dello scorso anno, al netto misure contrasto evasione, degli interventi sui versamenti Isa e anche al netto dell'aumento dell'Iva», spiega, sottolineando che si registra un calo di «7,1 miliardi della pressione fiscale anche rispetto all'anno precedente».

«Il bonus cultura per i diciottenni è stato confermato» riconoscendo «300 euro di beneficio individuale», ha annunciato. Per il bonus la legge di Bilancio stanzia per il 2020 160 milioni, 80 in meno rispetto a quelli stanziati per il 2019. Finora la card cultura per i diciottenni era di 500 euro.

Non ci sarà invece, precisa Gualtieri, «ll'aumento della benzina nel 2021 perché il governo disattiverà le clausole di salvaguardia, e quindi l'incremento delle accise sui carburanti». Il titolare del dicastero di via XX settembre ricorda che, con la manovra 2020, è stato rimosso un «monstre» da 23,1 miliardi di euro e l'intenzione è quella di «andare verso il superamento nel corso del lavoro del governo» eliminando completamente i «macigni» che pesano anche sulle prossime leggi di bilancio.

Gualtieri: bene accordo FCA-PSA, ricadute positive per filiera italiana
Manovra, via libera del Senato. Gualtieri: Piccolo miracolo

Risultati «significativi» visti anche «i tempi strettissimi» nei quali ha potuto agire l'esecutivo. «La previsione di crescita del pil contenuta nel nadef appare ampiamente raggiungibile - ha aggiunto - Guardando all'economia italiana - ha aggiunto - si registrano alcuni primi segnali incoraggianti».

Ultimo aggiornamento: 14:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA