Fincantieri-Stx, Calenda risponde alla Francia: non arretriamo di un millimetro

PER APPROFONDIRE: carlo calenda, fincantieri
Fincantieri, Calenda alla Francia:  non arretriamo di un millimetro
Su Fincantieri «il punto del governo italiano è: non c'è verso che noi accettiamo il 50%, ovvero meno di quello che avevano i coreani. È una questione di rispetto e dignità, non ci muoviamo di un millimetro e non lo faremo martedì. E questo farà bene alla Francia perché deve capire che nazionalizzare è sbagliato». Il ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda non lascia spazio a dubbi intervenendo all'iniziativa di Forza Europa sulla rottura tra Roma e Parigi dopo la decisione di Macron di nazionalizzare temporaneamente i cantieri Stx per evitare che il controllo della società andasse all'italiana Fincantieri.

Alla mossa della Francia «non si risponde nazionalizzando la Telecom, perché a una fesseria non si risponde con una fesseria più grossa», aggiunge Calenda dopo che nei giorni scorsi la leader della Cgil Susanna Camusso aveva suggerito l'ipotesi come risposta alla mossa francese.


E poi: «Io non penso che l'Europa sia in crisi, penso che sia l'Occidente ad essere in crisi. Non mi preoccupa il rifiuto dei Fiscal Compact ma il rifiuto dei vaccini, del commercio è l'idea che si è fatta largo che le società di cento anni fa fossero meglio di queste. Oggi si è andata ad affermare la negazione di tutto ciò che il progresso ha fatto. Questa non è una battaglia per l'Europa ma per la modernità, su cosa vuol dire essere moderni oggi».

«Se l'Italia ha un futuro, è quello di fare il percorso della Germania, facendo passare il grado dell'integrazione della propria economia dal 30% al 50%. Va costruita una politica dell'offerta, con degli investimenti», spiega ancora Calenda che sull'arrivo di Macron all'Eliseo sottolinea: «Ho sperato anch'io ma ho anche detto che sarebbe partita la rincorsa a chi era più Macron. E questa è la morte della nostra classe dirigente, noi dobbiamo trovare i nostri leader, i nostri messaggi».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 29 Luglio 2017, 13:28






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Fincantieri-Stx, Calenda risponde alla Francia: non arretriamo di un millimetro
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 12 commenti presenti
2017-07-31 21:39:33
Teniamo a mente queste dichiarazioni per quando Fincantieri dovrà ufficialmente levare le "ancore" dai porti francesi. Abbiamo una classe politica di collaborazionisti che non avevano nemmeno a Vichy...
2017-07-30 13:54:37
"Non arretriamo di un millimetro".Come si puo credere governanti che hanno venduto un pezzo di territorio marittimo ai francesi,all'insaputa di tutti.Operazione fallita per causa dei francesi che si sono impadroniti in fretta del territorio,multando i pescatori genovesi ignoranti del fatto?.In questo caso,come in tutti gli accordi franco-italiani,i francesi saranno padroni e sempre a loro beneficio.Ora temo,grazie alla competenza,(e altro) dei nostri luminari,i francesi con una società fallita di duemila dipendenti (STX) si pappi pian piano un leader mondiale, come lo è Fincantieri,con 20 000 dipendenti e 20 cantieri.PS:una domanda.Com'è possibile che Fincantieri non abbia fatto un "grande bacino"per le grandi navi in Italia,l'unico interesse di STX?.Forse i nostri dirigenti erano troppo occupati a mantenersi il posto e a spartirsi la torta?.Noto solo 10 commenti,penso inutile spiegare il significato.
2017-07-30 10:28:21
Bla, bla, bla.........mentre i francesi fanno, i nostri parlano, parlano e parlano..........
2017-07-30 09:40:06
quei cantieri sono troppo redditizi per lasciarli ad altri. specialmente agli italiani. perchè non li hanno prelevati loro quando erano all'asta? si stanno sbeffeggiando delle più elementari regole del commercio. ed il bello è che pure lo dicono. abbiamo sfruttato una prelazione ma i cantieri non li vogliamo, vogliamo solo trattare sulle condizioni. ma le condizioni non erano già specificate o sottintese nell'asta? se io compero una cosa il padrone sono me e faccio quello che voglio.
2017-07-29 20:01:45
Nazionalizzare = comunismo