Apre il Centro studi internazionale sulla donna a Corinaldo

Martedì 5 Ottobre 2021 di Valentina Venturi
Donne e futuro

Una nuova meta di turismo declinato al femminile. Il prossimo 16 ottobre a Corinaldo, in provincia di Ancona, apre il "Centro studi internazionale sulla donna" all'interno delle Settecentesche mura dell'ex convento degli Agostiniani. Quella scelta non è una data casuale: coincide con il compleanno, nel suo paese natio, di Maria Goretti, tra le prime vittime di femminicidio del Novecento, uno dei primi fatti di sangue del secolo scorso passato alla cronaca e rimbalzato sui media con protagonista una donna. Da qui nasce un’articolata riflessione del Centro, per innescare un cambiamento culturale nel segno delle donne, per contrastare la violenza di genere, attraverso iniziative di studio, approfondimento e sensibilizzazione.

L'inagurazione diventa l'occasione per costruire un percorso di viaggio e di conoscenza sulle orme di donne che hanno fatto e cambiato la storia, nel paese eletto Borgo più bello d’Italia nel 2007, tra i sette più belli nel 2021. Il16 ottobre apre la mostra permanente con protagoniste 14 scienziate per proclamare, al di là delle disparità di genere, l’universalità dell’ingegno, la libertà di pensiero e di espressione, il diritto all’affermazione personale di tutti gli individui.

Sono esposte gigantografie a fumetti di quattrordici scienziate, donne che hanno cambiato il mondo con le loro invenzioni e scoperte: Ada Lovelace Byron, Caroline Hershel, Emmy Noether, Jane Goodall, Katherine Johson, Margherita Hack, Maria Gaetana Agnesi, Marie Curie, Tu Youyou, Rita Levi Montalcini, Katia Kraff, Hedy Lamarr, Ipazia e Maria Sibylla Merian.

Il Centro attraverso eventi, incontri, dibattiti, vuole inoltre dare vita a una mappa del mondo "al femminile”: su un globo di grandi proporzioni (3 pannelli di grandezza 2x2) ogni volta che verrà omaggiata una donna, il suo nome verrà apposto sulla cartina geografica. Prenderà forma così una carta geografica unica nel suo genere, un filo rosso tra le donne che hanno dato il loro contributo alla società, all'attualità, alla scienza, partendo proprio da Corinaldo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA