Quando la colf di colore parlava dialetto veneto. Nel mirino lo spot anni '60 dell'Olio Sasso Guarda il video

Martedì 25 Gennaio 2022
Quando la colf di colore parlava dialetto veneto
2

Non solo la fiction, c'è anche la pubblicità. Anzi c'era, alla metà degli anni 60, all'interno del celebre Carosello: lo spot dell'olio Sasso ritraeva una domestica dalla pelle nera che parlava in lingua veneta. A rievocare il caso, in questi giorni di polemiche per La sposa, è l'ex consigliere regionale Ettore Beggiato. Scrive lo studioso di questioni venete: «Caroselli, film, inchieste, interventi di pseudointellettuali, storici, giornalisti, fotografi e ora anche la serie Rai... subito dopo il plebiscito-truffa del 1866 è iniziata una campagna vergognosa e razzista antiveneta che continua anche ai giorni nostri... per quanto tempo ancora i Veneti subiranno tali provocazioni?».

Sul sito Serenissima News, Beggiato ha pubblicato il filmato della réclame in questione, datata 1965, quella in cui il padrone di casa grida «Matilde!» e la cameriera replica: «Cossa ghe xe paròn?». Al riguardo viene citato il commento di Federico Bozzini sulle pagine di Ombre bianche, rivista di area Cisl in un numero del 1979: «La nostra lingua è divenuta lo stereotipo del linguaggio dello schiavo».

Ultimo aggiornamento: 16:55 © RIPRODUZIONE RISERVATA

PIEMME

CONCESSIONARIA DI PUBBLICITÁ

www.piemmeonline.it
Per la pubblicità su questo sito, contattaci