Saviano e Zerocalcare "banditi" dal Festival dell'Aquila, braccio di ferro tra il sindaco FdI e Franceschini

Saviano e Zerocalcare "banditi" dal Festival dell'Aquila, braccio di ferro tra il sindaco FdI e Franceschini
È la prima guerra culturale al tempo del governo rosso-giallo. E vede coinvolto questa guerra addirittura il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, che è anche capo delegazione del Pd nell'esecutivo. Twitta: «La cultura deve essere libera. Libera  da pressioni e interferenze politiche. Sul programma del #festivaldegliincontri de #LAquila non può e non deve esserci alcuna intromissione né da parte del @_MiBAC né da parte del Comune».

​Saviano, Salvini e la scelta di presentare il nuovo libro a bordo della ong Open Arms

Insomma la giunta cittadina a guida Fratelli d'Italia ha detto no alla partecipazione di Roberto Saviano e di Zerocalcare, idoli della sinistra, dell'estrema sinistra e del progressismo soprattutto giovanile. La destra non li vuole alla kermesse artistica e culturale, il ministero della Cultura grillo-dem dice che vanno ammessi. Chi vincerà questo primo braccio di ferro, la destra o la sinistra?
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 12 Settembre 2019, 12:15






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Saviano e Zerocalcare "banditi" dal Festival dell'Aquila, braccio di ferro tra il sindaco FdI e Franceschini
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
2 di 2 commenti presenti
2019-09-12 15:32:58
Franceschini....come mai nessuno ti ha sentitoriguardo l'esclusione di una casa editrice qalla mostra del libro di Torino????
2019-09-12 13:57:15
a qualcuno il dissenso non piace. vorrebbe pieni poteri.