Nadia Toffa, don Patriciello ai funerali: «Dalla parte dei deboli, aveva fame di giustizia»

PER APPROFONDIRE: funerali, nadia toffa
Nadia Toffa, don Patriciello ai funerali
Guerriera dalla parte dei deboli
dal nostro inviato
BRESCIA Una bara bianca, un cuscino di rose candide, le note di “Halleluja” di Leonard Cohen che accompagnano il feretro. L’ultimo saluto a Nadia Toffa, morta di tumore a quarant’anni, è l’abbraccio della sua famiglia, dei colleghi delle Iene con cui ha condiviso lavoro, vita e amicizia, della sua città che ha partecipato in lacrime ai funerali nel Duomo. «Ciao guerriera», è il grido che si alza dal sagrato della chiesa, poi un lungo applauso mentre Pif, Giulio Golia, Frank Matano e le altre Iene sfilano davanti al feretro.

AUTENTICA E COCCIUTA
«Nadia sei stata anche amante della giustizia, sei arrivata là dove la gente era più maltrattata, bistrattata, dimenticata», dice dlla sua omelia don Maurizio Patriciello, il sacerdode di Caivano che si batte nella Terra dei fuochi. «Nadia - afferma - era dalla parte dei più deboli, dalla parte degli scarti della società. Certo aveva dei nemici, ma se tutti parlassero bene di voi preoccupatevi. Anche Gesù Cristo è stato messo in croce perché lui la testa non l'ha piegata mai. Quando vi mettete contro qualcuno, quando dite la verità, qualcuno ve la farà pagare. Nadia hai saputo fare del tuo lavoro una missione». E ha lazato un velo sulla malattia. «Hai avuto il coraggio di chiamare il cancro con il suo vero nome dando coraggio a tanti malati oncologici. Qui ci sono tante mamme della terra dei fuochi, mamme che hanno dovuto accompagnare al camposanto i loro bambini». Nadia, conclude il sacerdote, «ha messo l'Italia sottosopra, è stata amata da Nord a Sud, dalla Terra dei fuochi a Brescia. È entrata nel cuore di tutti perché è stata autentica, cocciuta perseverante, tosta. Ha avuto fame e sete di giustizia».

LEGGI ANCHE --> Nadia Toffa, il dolore di Ilary Blasi: «Voglio ricordare le tante risate, ti abbraccio forte»

LEGGI ANCHE --> Nadia Toffa, Jovanotti le dedica "Bella". E a Policoro scatta l'applauso
 
 
 

IL RICORDO DI ALICE
Sull’altare ci sono le corone di Pier Silvio Berlusconi («Sempre nel mio cuore”), delle Iene (“Con noi per sempre”), della redazione di Verissimo e Silvia Toffanin. Il cuscino di fiori della mamma e del papà è appoggiata sul feretro, seduta accanto ai genitori c’è la sorella Mara con la figlia Alice, nipote adolescente di Nadia. Che con voce rotta dal pianto parla dall’altare: «Vorrei raccontarvi della mia Nadia, che aveva tanta fiducia in me, mi rincuorava. Mi ripeteva di essere forte. Sono tanto fiera di essere sua nipote». Anche l’amico e collega delle Iene Max Ferrigno deve interrompersi più volte, cedendo alle lacrime. «Mi aveva convinto che nonostante questo cancro fosse incurabile ce l’avrebbe fatta. Lei convinceva tutti, era impossibile dirle di no. Le abbiamo scritto che niente sarà più come prima, non so come faremo, ci dovremo pensare da domani. Era magica e la saluto. Ciao Nadia».



LEGGI ANCHE --> Nadia Toffa, il dolore di Ilary Blasi: «Voglio ricordare le tante risate, ti abbraccio forte»

LEGGI ANCHE --> Nadia Toffa, Jovanotti le dedica "Bella". E a Policoro scatta l'applauso
 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 16 Agosto 2019, 09:21






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Nadia Toffa, don Patriciello ai funerali: «Dalla parte dei deboli, aveva fame di giustizia»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 6 commenti presenti
2019-08-17 07:42:26
Lo faceva come tutti per soldi, carriera e fama. Altrimenti propongano "santi" anche Ezio Greggio e La Hunziker per striscia la notizia. A me dispiace molto per Nadia, ma diciamo quello che e: che era una brava professionista, che faceva bene il suo lavoro, che lo amava e si faceva amare dalla gente. Ma smettiamola di dire le solite "fregnacce" da preti.
2019-08-16 14:47:57
Ma chi caspita e' sto Praticiello?
2019-08-16 18:07:11
Patriciello, così si scrive, ma lascia perdere, tanto non ne verrai fuori.
2019-08-16 14:18:38
guerriera come Giovanna d'Arco! Santa subito!
2019-08-16 13:22:09
Cara Nadia, il tuo dolce sorriso ci aveva fatto ben sperare, ma purtroppo è una malattia che non lascia scampo a nessuno Ciao!