Maneskin, vittoria a Eurovision 2021: «Il rock non muore mai!». La band italiana conquista l'Europa

Maneskin, che trionfo!

Sabato 22 Maggio 2021 di Eva Carducci
Eurovision 2021, stasera la finale su Rai 1: i Maneskin per l'Italia alla conquista dell'Europa
3

Maneskin trionfano a Eurovision 2021 con Zitti e buoni dopo un'esibizione da brividi e un testa a testa con Francia e Svizzera. Ma sono stati loro i più trascinanti durante la  diretta live della finale in corso all'Ahoy Arena di Rotterdam.

E sul palco Damiano prima della performance che chiude la notte prende il microfono e urla: «Vogliamo solo dire all’Europa, a tutti, Rock'n'roll never die, il Rock and Roll non morirà mai!»​. Il manifesto di questo gruppo che bissa così il successo di Sanremo e in più fa piazza pulità di ogni primato: Zitti e buoni è il brano più ascoltato su Spotify e il testo è stato premiato dalla critica. Non ce n'è più per nessuno, nemmeno per la Francia che pensava di avere la vittoria in tasca. E l'ultima versione sul palco di Rotterdam è quella originale, non depurata da qualche parolaccia che in realtà pagava pegno solo all'eccesso di politically correct che i Maneskin hanno sabato dopo avere alzato le braccia al cielo. Dopo aver pianto, riso, fatto la lingua, soprattutto Victoria, con le sue emozioni che ci arrivavano dritte al cuore durante l'attesa infinita del risultato finale. Quasta non si è fatta scappare, come a Sanremo, una (piccola) bestemmia e qualche improperio, ma ha ripetuto "grazie" mille volte. 

 

 

 

L'ultimo italiano a vincer era stato Toto Cotugno nel 1990 con Insieme 1992. E l'unica altra italiana a vincere è stata la sedicenne Gigliola Cinquetti con Non ho l'età nel 1964.

 

Una performance ancora più emotiva, la loro, e cantata alla fine senza censura. Ormai la vittoria è in tasca. Da Monteverde a via del Corso, fino a X-Factor e alla vittoria di Sanremo 2021, fino alla vittoria dell’Eurovision. Un segno dell’Italia che cambia, segno di un’Italia che ha voglia di una musica nuova, così come il resto d’Europa. Anche Palazzo Chigi, tra un tweet sulle iniziative di Draghi e l'altro, ne dedica uno alla band di ventenni di Roma che le prime volte si sono esibiti non lontano dalla sede del Governo, ovvero in via del Corso.

 

 

 

 

 

 

Il messaggio dei Maneskin dopo la vittoria: Rock’n’roll never dies, tonight we made history. We love u.

 

 

 

In loro sostegno erano arrivati Emma e anche Fedez: «Tranki raga, appena finisce di allattare scateno la Chiarona nazionale! Tipo Charizard Fuoco #Escita2021». Proprio l'endorsement al marito di Chiara Ferragni, per il suo grande seguito social, aveva suscitato polemiche al festival di Sanremo, dove il rapper si è classificato secondo alle spalle della band romana.

E poco dopo era arrivato anche il sostegno di Vasco Rossi che su Istagram posta una frase perentoria della hit del gruppo romano.

 

 

 

Con la loro Zitti e Buoni i Maneskin hanno già conquistato un primato, quella della canzone più ascoltata in Italia e a livello globale tra le canzoni in gara all’Eurovision 2021, nell’arco di tempo che va tra marzo 2021 e maggio 2021. Il brano ha avuto molto successo ed è stato ascoltato anche dagli utenti Spotify in diversi paesi del mondo, tra cui Emirati Arabi Uniti, Ungheria e Austria.

Dopo diverso tempo la band romana potrebbe portare l’Italia ai posti più alti della classifica della competizione. I bookmaker (in particolare William Hill) vedono i nostri Måneskin stabili al quarto posto, mentre per la vittoria sembra più quotata la Francia, a seguire Malta e Svizzera.  Grande segno di ripartenza per gli spettacoli dal vivo, la 65ª edizione dell'Eurovision Song Contest è in diretta su Rai 1 con il commento di Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio.

Il momento della vittoria

 

 

 

 

 

La diretta live della gara con 26 concorrenti

01.10 La gioia di Amadeus e Laura Pausini

 

 

 

 

 

 

01.05

Situazione finale, dal pubblico zero punti al Regno Unito, che rimane a zero. Zero punti dal pubblico anche alla Germania, alla Spagna, l’Olanda. I voti del pubblico ribaltano le cose portando la Lituania nella parte alta della classifica con 220 punti così come la Finlandia con 301 punti e l’Ucraina con 364 punti e l’Islanda con 180 punti arriva a 378. Malta solo 47 punti dal pubblico che arriva così a 255. La Francia conquista invece 251 punti arrivando a 499. La Svizzera sale a quota 432 e non riesce a superare l’Italia che conquista ben 318 punti dal pubblico, arrivando a 524 punti in classifica e vincendo l’Eurovision.

00.31 Carolina Di Domenico ha assegnato i punti per l’Italia alle nazioni, 12 punti alla Lituania. 12 punti all’Italia invece dalla Slovenia, dall’Ucraina, dalla Croazia e la Georgia. San Marino ha tradito l’Italia scegliendo di assegnare 10 punti ai Maneskin insieme alla Lituania, e 12 alla Francia. 10 punti per l’Italia sono arrivati anche dalla Macedonia del Nord e Bulgaria, dalla Russia e dalla Lituania e dalla Svezia.  Israele, Malta, Azerbaijan, Spagna, Regno Unito, Francia, Moldavia, Olanda, Danimarca non hanno assegnato invece nessun punto all'Italia. 8 punti dalla Latvia, Svizzera, dalla Serbia e Cipro. 7 punti dall’Islanda, 6 punti dall’Austria, Repubblica Ceca, Finlandia e dalla Germania, e dal paese ospite, l’Australia. 5 all'Italia invece dalla Polonia e dalla Norvegia, 4 dall’Albania e dalla Grecia, 3 dall’Estonia, Romania, e dal Portogallo, Belgio 2 punti. 

La prima classifica: 206 punti all’Italia che chiude questa fase al quarto posto dopo la Svizzera (267) Francia (248), e Malta (208). 0 punti al Regno Unito. Ora si attende il televoto.

23.52 Chiuse le votazioni.

23.20 Per i Maneskin arriva anche l'endorsement del mito del pop Simon Le Bon, leader dei Duran Duran.

 

 

23.15 Le prime dichiarazioni dei Maneskin in attesa del voto. Victoria: «Per noi è stata un’emozione grandissima, con tutta l’Europa che ci ha seguito, è un’emozione incredibile. Più che la competizione è sperare che le persone apprezzino la nostra musica. Poi speriamo nelle votazioni». Damiano: «Esperienza fantastica abbiamo conosciuto tantissime persone da tutto il mondo, persone molto fighe che ci hanno arricchito. Ci sentiamo arricchiti».

 

23.05 Pausa per il conteggio dei voti e omaggio da parte dei più noti esponenti del panorama olandese  compreso Afro Jack. Il deejay olandese marito di Elettra Lamborghini ha proposto il suo nuovo singolo Hero, una collaborazione con David Guetta. Fra le cantanti che si sono esibite anche anche Glennis Grace, che ha cantato Titanium di Sia e David Guetta. La Lamborghini non fa mancare al sua Istastory per i Maneskin.

 

22.59 A chiudere la competizione San Marino con la canzone Adrenalina di Senhit feat. Flo Rida. Il cantante americano dona al pezzo le sonorità di un tormentone estivo, facendo ballare pubblico dell’Eurovision a ritmo di una sonorità pop più caliente.

22.55 Arriva il turno della Svezia con Tusse e Voices. Una voce incredibile quella del cantante per una canzone però che non riesce a convincere del tutto.

 

22.50 Finalmente arriva il turno dell’Italia con i Maneskin e la loro Zitti e Buoni. Dopo il successo allo scorso Festival di Sanremo, i ragazzi che hanno iniziato la loro carriera per le strade di Roma, sbancano sul palco dell’Eurovision e infiammano il pubblico. Versione della canzone censurata, come da regolamento (con “Vi conviene non fare più errori e la gente purtroppo parla non sa di che cosa parla”).  Anche se non sono dati per favoriti dai bookmaker, per noi hanno già vinto. Esibizione fortissima con Damiano sempre più magnetico che chiude con un tuffo all'indietro sul palco. Un'esibizione muscolare e trascinante, all'arena di Rotterdam sono tutti in piedi a ballare. I Maneskin hanno decisamente convinto con il loro ritmo travolgente, tanto che anche le altre squadre concorrenti si sono scatenate nei loro salottini al ritmo della rock band italiana. Ritmo, carisma e puro rock. La vittoria è già loro, a prescindere dal risultato. 

Vinto il premio per il testo

Come già successo a Mahmood nel 2019 anche i Maneskin hanno vinto il premio come miglior testo per la loro Zitti e Buoni. Questa la motivazione: “Si tratta di una canzone insolente. Le metafore nei testi sono ben scelte e ti parlano costantemente. Questa non è una canzone dolce, e quindi le immagini non sono gradevoli, ma volutamente dirompenti.

 

 

 

 

 

 

22.46 L’attesa per l’Italia si fa sentire quando sul palco sale l’Olanda padrona di casa con Jeangu Macrooy e la loro Birth Of A New Age, con un testo in inglese che inneggia alla ribellione attraverso la musica, e al far sentire la propria voce nel mondo.

22.41 Arriva la Norvegia con i TIX e la loro Fallen Angel. Quello che rappresenta anche l’Eurovision, gli eccessi nelle performance al limite del trash, viene incarnato alla perfezione dal cantante norvegese, che entra sul palco con un paio di ali bianche e pantaloni glittrati, e una canzone che ricorda per le sonorità quelle dei Backstreet’s Boys.

22.37 Turno ora dell’Azerbaijan con Efendi e la sua Mata Hari. Sonorità più pop, omaggio alla Beyonce dei primi anni 2000, testo in inglese e balletto facilmente replicabile Mata Hari è già un tormentone sui social network.

22.33 Sale poi sul palco la favorita dei bookmaker, Barbara Pravi che con Voilà sembra poter portare la vittoria alla Francia dopo 44 edizioni. Sonorità francesi e omaggio alla musica di Édith Piaf che convincono nonostante il ritmo non sia quello più congeniale al palco dell’Eurovision.

22.29 L’Ucraina con Shum di Go_A propone una performance che omaggia il cinema pop. Dai look alla Tron Legacy del gruppo fino a quello di Trinity di Matrix per la cantante, una scenografia interessante e inquietante al tempo stesso. La canzone risulta molto particolare per il ritmo, le sonorità acute e tecno, che rendono la canzone la favorita dal pubblico sui social.

22.24 Diciottesimi a salire sul palco i The Roop con Discoteque per la Lituania. Interamente vestiti di giallo, affidano tutta la performance e il look alla musica dance anni ’80, mandando in visibilio il pubblico dell’Atena di Rotterdam.

22.20 Dopo la pausa riprende la Bulgaria con Victoria e la sua Growing Up Is Getting Old, con una ballata lenta e affidata alla voce calda della cantante. Una canzone indubbiamente toccante, dedicata ai genitori dell’artista, ma forse non pienamente adatta al palco dell’Eurovision.

22.24 Diciottesimi a salire sul palco i The Roop con Discoteque per la Lituania. Interamente vestiti di giallo, affidano tutta la performance e il look alla musica dance anni ’80, mandando in visibilio il pubblico dell’Atena di Rotterdam.

22.13 Anche la Finlandia in versione rock con la Dark Side dei Blind Channel. Omaggio al rock con smalto nero e spuntoni, con la band sale sul palco l’heavy metal con una sfumatura rock. E il pubblico di Rotterdam scalda l’arena.

22.10 Con Ukulele e giacca fucsia non passa inosservata la Germania con la sua I Don't Feel Hate di Jendrik. Sul palco insieme al cantante una ballerina che indossa un costume a forma di mano, che è stata censurata per il dito medio esibito nelle precedenti performance, adattata per la finale a un più pacifico simbolo della pace.

22.05 Turno della Moldavia con Sugard di Natalia Gordienko. Inevitabile il paragone con Kyle Minogue sia nelle sonorità sia nell’aspetto fisico della cantante, con caschetto alla Marilyn Monroe. La cantante inoltre è famosa in Moldavia per essere anche la sosia di Britney Spears e per aver interpretato la cantante americana in diverse occasioni.

22.02 Sale sul palco di Rotterdam la Spagna con Voy A Quedarme dei Blas Cantó. Da loro ci aspettavamo una performance e una canzone perfetta per l’estate, mentre la scelta è ricaduta su una ballad più lenta e romantica. Ma il pubblico chiede ritmo.

21.58 L’Islanda sale sul palco con i Daði & Gagnamagnið e la loro 10 Years. Gli stravaganti maglioni di Natale vanno di moda tutto l’anno in Islanda. Il gruppo ha infatti riproposto la loro personale versione mettendo i loro volti versione pixelata, su sfondo verde, sui maglioni con cui sono scesi sul palco dell’Eurovision. Performance purtroppo registrata dalle prove perché uno dei membri della band ha contratto il Covid-19. Musicalità e simpatia i punti di forza di questo gruppo che scherza con il disagio riproponendo, come per le altre canzoni del gruppo, balletti divertenti e un po’ goffi, che fanno centro nel cuore del pubblico di Rotterdam, e non solo.

21.57 Tout l'univers dei Gjon's Tears è la proposta della Svizzera per questa edizione dell’Eurovision 2021. Performance da solista affidata alle doti canore. Una canzone però molto diversa dalle altre proposte, e forse poco idonea al palco dell’Eurovision per il suo ritmo e il suo tono decisamente drammatico.

21.49 Turno della Grecia con Stefania e la sua Last Dance. Una performance interamente affidata alla cantante, nella prima parte, e nella seconda a ballerini trasformati in uomini invisibili grazie al green screen. Una scelta particolare e sicuramente ad effetto, seppur poco convincente.

21.44 Il Regno Unito scalda il pubblico dell’Eurovision 2021 con Embers di James Newman, con un sound simile a quello di Rag & Bone. Canzone orecchiabile che però rimane nell’ombra dell’anonimato e che non scalda il pubblico presente a Rotterdam, ancor meno quello online.

21.39 Sale sul palco la Serbia con Loco Loco degli Hurricane per la prima girl band che omaggia un filone della cultura pop che va dalla Spice Girl alle Pussy Cat Dolls. Un gruppo che punta molto sulla fisicità e sulle movenze delle sue interpreti per incantare il pubblico dell’Eurovision.

 

21.30 Tra i favoriti dei bookmaker Malta, che porta in scena Je Me Casse interpretata da Destiny, una cantante che richiama molto per stile e sound l’americana Lizzo. Body Positive e un look molto vistoso è accompagnata sul palco da quattro ballerine avvolte in tutine fucsia, chiara citazione agli anni ’80 e alle lezioni di aerobica di Jane Fonda.

21.26 Scalda il palco la Russia con Russian Woman di Manizha. Una canzone perfetta per l’Eurovision con un testo molto violento che denuncia le condizione delle donne in Russia. Manizha si presenta in un abito che richiama la celebre Matrioska, per poi uscire dal guscio con una tuta che ricorda quella indossata dai protagonisti de La Casa di Carta. Un senso e una presenza scenica molto più marcata rispetto le interpretazioni viste finora, per un sound che unisce la musica tipica della tradizione russa. La performance si conclude poi con le immagini delle donne russe su maxischermo e il pugno alzato, in segno di protesta, della cantante.

21.21 Turno del Belgio e degli Hooverphonic con la loro The Wrong Place. Look total black e interpretazione più matura e strutturata per la band simbolo degli anni ’90 e il loro tormentone “Mad About You”. Una canzone che scalerà le classifiche ma che forse è poco idonea a un contest come quello dell’Eurovision.

21.18 Ora è il turno di Israele con Set Me Free di Eden Alene, che ha presentato una performance molto più corale, adattando il testo quasi tutto in lingua inglese. Con cinque ballerini la cantante d’Israele ha uno stile più giovanile rispetto le altre, e cita chiaramente Dua Lipa, cantante sulla cresta dell’onda. Finale a sorpresa quando i ballerini spogliano la cantante lasciandola con un vestito che poco lascia all’ispirazione.

21.14 Sale sul palco l’Albania con Anxhela Peristeri e la sua Karma con un vestito simile a quello della cantante di Cipro e una citazione evidente a Beyonce la cantante dell’Albania si affida agli effetti speciali sul palco, in particolare al vento, componente fondamentale per ogni performance d’effetto sul palco dell’Eurovision, in particolare per la ex miss Albania.

 

21.11 Apre le danze Cipro con Elena Tsagrinou e la sua El Diablo. Con una performance che è un omaggio a molte dive del pop, da Lady Gaga a Beyonce, passando per Shakira. Con un costume che lascia poco all’immaginazione con i suoi lustrini, e quattro ballerine vestite interamente di rosso El Diablo si candida ufficialmente a nuova hit dell’estate. Siamo sicuri infatti che dopo questa sera sulle spiagge di tutta Europa sentiremo solo intonare “El Diablo”.

Come si vota

Il sistema di votazione della finale è complesso ma si struttura in questo modo. In primis vengono mostrati i voti delle giurie nazionale di tutti i paesi partecipanti, poi il televoto di tutti i paesi partecipanti. Entrambe le votazioni contano al 50% del voto finale. 

Dall’Italia non si possono televotare i Maneskin ne tantomeno la Nazione, come giuria può assegnare direttamente punti alla rock band italiana. Per questo motivo anche Chiara Ferragni si è attivata al sostegno dei Maneskin, perché gli unici che posso votare sono gli italiani residenti all’estero.

 

Televoto con chiamata telefonica: solo da rete fissa allo 894.222 e digitare il codice identificativo del cantante comunicato nel corso della serata.

 
Televoto con SMS: solo da linee mobili, inviando un SMS al numero 475.475.0, contenente il numero identificativo dell’artista.


Tramite l'App dell’Eurovision Sogn Contest, sia per iOS sia per Android ricevendo in cambio anche un messaggio di ringraziamento esclusivo.

 

Video

 

I Maneskin e la vittoria a Sanremo: «Abbiamo fatto la rivoluzione del rock»

Maneskin, cena in famiglia a Monteverde: clienti in fila per un selfie con Damiano

X Factor, Maneskin: «Noi, romani alieni del rock»

Damiano, il Mick Jagger di Monteverde dà la scossa alla musica italiana

Maneskin, la passione per il rugby e il saluto all'Unione Capitolina dopo il trionfo a Sanremo 2021

 

Video

 

Video

 

Video

 

L'attesa

Stasera in onda su Rai1 ci sarà la finale dell'Eurovision 2021: sarà una serata di grande musica sul palco dell’Ahoy Arena a Rotterdam. Gran parte delle esibizioni di questa sera hanno dato una grande carica al pubblico presente e a casa invogliando a ballare. La prima semifinale è andata in onda il 18 maggio mentre il 20 maggio è andata in onda la seconda. Questo sabato ci sarà la finale, in cui gareggerà anche l’Italia. Sono in finale dell’Eurovision 2021 anche Albania, Serbia, Bulgaria, Moldavia, Portogallo, Islanda, San Marino, Svizzera, Grecia e Finlandia. Arrivano direttamente dalla prima semifinale invece Norvegia, Israele, Russia, Azerbaigian, Malta, Lituania, Cipro, Svezia, Belgio e Ucraina. 

 

 

Chi seguirà il festival?

La 65ª edizione dell'Eurovision Song Contest rappresenta un importante segnale di ripartenza per il mondo degli spettacoli dal vivo. A raccontare al pubblico italiano cosa succede alla Ahoy Arena di Rotterdam ci saranno Gabriele Corsi e Cristiano Malgioglio. Nella finale si sfideranno 26 canzoni in rappresentanza delle nazioni partecipanti,  l'Italia sarà rappresentata dai Måneskin e dalla loro canzone Zitti e buoni che ha vinto Sanremo 2021.

William Hill: Francia vincitrice e Maneskin quarti

Secondo William Hill, proprio i Måneskin hanno possibilità di piazzarsi al quarto posto mentre la Francia è data per prima e Malta seconda con la giovane popstar Destiny Chukunyere a chiudere il podio c'è poi la Svizzera con Gjon’s Tears, che potrebbe piazzarsi terza. Alla Francia manca il titolo dell’Eurovision da 44 anni.

 

 

Ultimo aggiornamento: 9 Ottobre, 16:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA