Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Jet privati e voli brevissimi, da Taylor Swift a Kim Kardashian chi sono le star più "inquinanti"

Martedì 2 Agosto 2022 di Leonardo Jattarelli
Kim Kardashian e le sue sorella salgono sul loro jet privato

Secondo una nuova rilevazione, i membri della famiglia Kardashian e quelli della famiglia Drake sono tra i principali trasgressori in materia di voli brevi altamente inquinanti su jet privati. L’aereo privato dell’attrice e imprenditrice Kim Kardashian ha effettuato infatti quattro voli della durata di meno di 20 minuti negli ultimi due mesi, secondo i dati del famoso tracker di volo @CelebJets. E il veivolo privato della sua sorellastra, Kylie Jenner, ne ha fatti il doppio. Un volo, il 24 luglio escorso, ha visto l’aereo della signora Kardashian compiere un viaggio di 40 miglia e 10 minuti tra Van Nuys e Camarillo, in California. Il viaggio ha richiesto 81 galloni di carburante ed ha emesso 1 tonnellata di anidride carbonica (CO2), più o meno lo stesso di un’auto a gas che emette guidando per sei mesi.

Kim Kardashian e i ritocchini: «Solo botox» (ma il medico la smentisce). Dalla rinoplastica alla liposuzione: tutti i possibili interventi


Nel complesso, la famiglia dei reality ha dominato il set di dati di CelebJets per i voli brevi quest’estate. Gli aerei della signora Kardashian e della signora Jenner hanno rappresentato 12 dei 36 voli totali in meno di 20 minuti registrati tra il 30 maggio e il 24 luglio 2022. Ma non erano gli unici a usare jet privati per brevi tragitti.

Air Drake e gli altri

Un Boeing 767 personalizzato di proprietà della star dell’hiphop Drake - chiamato “Air Drake” - ha effettuato cinque voli brevi nello stesso periodo. 
Secondo l’analisi, il Boeing 767 della Drake, normalmente utilizzato dalle compagnie aeree per far volare un paio di centinaia di persone su voli intercontinentali, ha emesso 21 tonnellate di CO2 nei cinque viaggi. Queste rappresentano le emissioni equivalenti al consumo di elettricità di quattro case degli Stati Uniti per un anno, secondo l’Agenzia per la protezione dell’ambiente. Drake ha tentato di difendersi per i suoi i voli brevi in un recente post sui social media dicendo che un volo segnalato da CelebJets - un viaggio di 18 minuti tra Hamilton, Ontario e Toronto - era, in effetti, vuoto.
«Sono solo loro che spostano gli aerei verso qualsiasi aeroporto senza alcuna logica. Nessuno prende quegli aerei», ha scritto su Instagram .
Anche aerei privati che secondo quanto riferito appartengono ad altre celebrità tra cui Steven Spielberg, Mark Wahlberg e il pugile Floyd Mayweather hanno fatto voli su distanze altrettanto brevi.
Il 17 luglio, l’aereo del signor Mayweather avrebbe fatto due voli avanti e indietro tra gli aeroporti dell’area di Las Vegas, ciascuno della durata di 10 minuti o meno. Il percorso ha utilizzato 124 galloni di carburante per un viaggio di andata e ritorno di poco più di 20 miglia, come ha riferito CelebJets. Ma, tenendo conto di tutte le lunghezze di volo, al primo posto tra coloro che hanno inquinato maggiormente l’atmosfera ci sarebbe la pop star Taylor Swift: ha trascorso quasi 16 giorni interi di tempo in aria quest’anno, emettendo 8.293,54 tonnellate di Co2 e percorrendo una media di circa 140 miglia per volo, secondo una ricerca. «È facile lasciarsi ammaliare dalle vite abbaglianti dei ricchi e famosi, ma sfortunatamente le star rappresentano un problema enorme per la diffusione di CO2 che viene registrata dall’industria aeronautica» ha affermato Chris Butterworth, direttore della sostenibilità di Yardha. «L’aviazione è infatti responsabile del 2,4% della CO2 prodotta dall’uomo ogni anno e la ricerca mostra un ampio divario tra i super ricchi e il resto dell’umanità per quanto riguarda voli, viaggi e persino emissioni generali».

La replica di Taylor

Da parte loro, i legali di Taylor Swift hanno affermato che i dati non riflettono del tutto i dati dei suoi viaggi: «Il jet di Taylor viene regolarmente prestato ad altre persone. Attribuire la maggior parte o tutti questi viaggi a lei è palesemente scorretto» ha detto un portavoce a The Independent che ha contattato i rappresentanti della signora Jenner, della Kardashian, della Drake, del signor Spielberg, di Wahlberg e di Mayweather.
L’account CelebJets è gestito da Jack Sweeney, un programmatore studentesco dell’Università della Florida centrale. È diventato famoso per la sua abilità nell’usare i dati dell’aviazione pubblicamente disponibili per tracciare i movimenti, ad esempio, degli oligarchi russi.

C’è stata una crescente attenzione sulle abitudini di volo dei jet privati dei super ricchi dall’inizio di questo mese, quando l’aereo Bombardier DB 700 di Kylie Jenner da 72 milioni di dollari ha registrato un volo di 17 minuti tra gli aeroporti Van Nuys e Camarillo fuori Los Angeles. Quel volo ha emesso circa una tonnellata di CO2. E la signora Jenner si era anche rivolta ai social media per vantarsi di lei e del suo partner, il rapper Travis Scott, che avevano entrambi dei jet privati. Alcuni utenti dei social media hanno reagito con disgusto, etichettando la star del reality come «criminale climatica a tempo pieno».
Secondo l’analisi dei voli europei su una distanza di 310 miglia(500 km), i voli in jet privati creano da cinque a 14 volte in più di emissioni per passeggero rispetto a un aereo commerciale per lo più pieno. I voli privati creano anche 50 volte più inquinamento di un treno, secondo un rapporto della ONG Trasporti e Ambiente. L’amministrazione Biden ha invitato l’industria aeronautica a ridurre del 20% le sue emissioni entro il 2030.

Ultimo aggiornamento: 16:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA