Eurovision 2022, Mika sorpassa Cattelan: sarà lui il conduttore? Giallo su una battuta a Radio Deejay

Dopo mesi di voci e il recente flop del conduttore piemontese su Rai1 si scatena il toto-presentatore. Il managment di Mika frena: "Lo leggiamo da quest'estate"

Giovedì 7 Ottobre 2021 di Mattia Marzi
Eurovision 2022, Mika sorpassa Cattelan: sarà lui il conduttore? Giallo su una battuta a Radio Deejay

Il management di Mika frena: «Lo abbiamo sentito solo alla radio e lo leggiamo da quest'estate. Altro non sappiamo». Probabile sia un bluff, magari per non turbare una trattativa ancora in corso. Il riferimento è alle voci che vorrebbero il cantante nei panni di conduttore dell'Eurovision Song Contest 2022. Sono tornate a circolare ieri, assecondando la fame di notizie del pubblico sul tema Eurovision, con la Rai in ritardo sull'annuncio della città italiana che ospiterà la kermesse dopo la vittoria dei Maneskin a Rotterdam.

Da Grande, la stoccata di Carofiglio: «Lo show di Cattelan è un disastro. E lui non sa affrontare il flop»


IN RADIO
«Sta per condurre l'Eurovision. Ops, mi è sfuggita», ha detto ieri mattina Gabriele Corsi del Trio Medusa parlando del cantante ai microfoni di Chiamate Roma Triuno Triuno, il programma che il gruppo comico romano conduce su Radio DeeJay. Una boutade? Mah. Se dichiarazioni del genere arrivano da quello che è stato l'ultimo commentatore dell'Eurovision Song Contest in casa Rai, e che quindi conosce bene chi a viale Mazzini si occupa dell'evento, non passano inosservate.


LE INDISCREZIONI
Sarà dunque Mika, e non Alessandro Cattelan, a presentare l'Eurovision Song Contest? L'indiscrezione gira da mesi: in uno dei vari progetti studiati da Rai1, la 38enne popstar di origini libanesi in Italia di casa da tempo, è per il quinto anno nella giuria di X Factor avrebbe dovuto condurre l'Eurovision con Raffaella Carrà, in attesa di capire le potenzialità di Cattelan in Rai. Com'è andata con le due puntate di Da grande, trasmesse su Rai1 il 19 e il 26 settembre, è cosa nota: una media del 12,34 di share (12,67 la prima, 12 la seconda).
Un dato al di sotto delle aspettative, che avrebbe suggerito ai vertici Rai più cautela sui futuri progetti che riguardano il conduttore piemontese. In confronto Stasera casa Mika, il programma che Mika condusse su Rai2 nel 2016 e nel 2017, per un totale di otto puntate, non fu certo un successo: la prima edizione totalizzò una media dell'11,8 di share, la seconda si fermò al 7,4. C'è da dire però che in questi ultimi anni la popolarità del cantante da noi è cresciuta: è un personaggio che piace a tutti, adulti e bambini, che si è fatto promotore di battaglie contro omofobia e bullismo (nel 2012 ha fatto coming out). Ed è comunque una popstar da oltre 20 milioni di copie vendute nel mondo. Battuta o meno di Corsi, che a maggio ha commentato l'Eurovision Song Contest per la Rai con Malgioglio, quello di Mika resta un nome perfetto, e l'Italia non può permettersi di fare passi falsi dopo il trionfo dei Maneskin (che in attesa di tornare con il nuovo singolo Mammamia, in uscita in tutto il mondo domani, posano nudi sui social).


MILLY CARLUCCI
Una scelta del genere potrebbe scontentare un'istituzione come Milly Carlucci, che si è già candidata. Si vedrà. Prima del nome del conduttore, che dovrebbe essere ufficializzato tra dicembre e gennaio, c'è da capire dove si svolgerà l'Eurovision: Milano, Torino, Bologna, Pesaro e Rimini sono le cinque città rimaste in corsa. Rai e Ebu hanno messo in stand-by la scelta finale nelle scorse settimane, consapevoli che in seguito ai risultati delle elezioni amministrative sarebbero cambiati, in alcuni casi, gli interlocutori. Se solo Milano ha visto una riconferma del sindaco uscente, Torino resta comunque la città più quotata. Al netto di clamorosi rilanci. L'annuncio dovrebbe arrivare a giorni.

Ultimo aggiornamento: 07:37 © RIPRODUZIONE RISERVATA