Addio a Emanuele Severino, insegnò anche a Ca' Foscari: il filosofo per il quale la morte non esiste

Martedì 21 Gennaio 2020
Emanuele Severino
2
MILANO - Addio a Emanuele Severino, filosofo e compositore. Fu docente all'Università di Ca' Foscari, nella quale fu tra i fondatori della cattedra di Lettere e Filosofia, titolare della cattedra di Filosofia Teoretica e poi professore emerito. Il filosofo, nato a Brescia, avrebbe compiuto 91 anni il prossimo 29 febbraio.

Severino ha iniziato la docenza universitaria alla Cattolica, che poi ha lasciato, per la cattedra veneziana, dopo che la Chiesa, attraverso l'ex Sant'Uffizio, proclamò l'incompatibilità tra il pensiero di Severino e la dottrina cattolica.

Nel suo pensiero filosofico, Severino ha criticato sia il capitalismo che il comunismo, e ha teorizzato l'eternità di tutti "gli essenti" perché cio che è non può svanire nel nulla, quindi è eterno, nulla muore: cambia solo il suo modo di apparire.

LUTTO ALL'UNIVERSITA' DI VENEZIA
«Ci ha lasciati un grande protagonista del mondo della cultura e dell'accademia italiana e internazionale e uno dei nostri professori più amati. Emanuele Severino è stato uno dei pensatori di maggior rilievo della filosofia italiana del Novecento e la sua vasta opera era nota in tutto il mondo. Perdiamo un filosofo illustre e un docente appassionato, ha coinvolto, ispirato e fatto crescere generazioni di allievi. A nome di tutto l'Ateneo esprimo il mio più sentito cordoglio ai familiari». Così il rettore di Cà Foscari, Michele Buglisi ricorda il filoso Emanuele Severino che dal 2005 era Professore Emerito dell'Università Cà Foscari, dove ha tenuto per più di 30 anni la Cattedra di Filosofia Teoretica.
  Ultimo aggiornamento: 18:08 © RIPRODUZIONE RISERVATA