Drew Barrymore su Woody Allen: «Mi ha manipolata»

Giovedì 20 Maggio 2021
Drew Barrymore su Woody Allen: «Mi ha manipolata»

«Ho lavorato con Woody Allen. Ho fatto un film con lui nel 1996 intitolato Tutti dicono I love you, e all'epoca non c'era biglietto da visita migliore per la carriera che lavorare con lui. Ero entusiasta. Poi ho avuto dei figli e questo mi ha cambiato molto perché mi resi conto che ero una delle persone che erano state ingannate per non vedere oltre a ciò che mi veniva detto nelle vicende che circondavano Allen. Ora vedo ciò che sta succedendo nell'industria cinematografica, e questo anche grazie alla tua scelta coraggiosa. Quindi grazie per quello che hai fatto». Le parole sono di Drew Barrymore e l'interlocutrice è Dylan Farrow, figlia adottata di Mia Farrow, ex compagna del regista Woody Allen e già da tempo al centro dello scandalo del presunto abuso sessuale dal quale Allen è stato scagionato. 

Woody Allen: «Quando morirò farò spargere le mie ceneri davanti a una farmacia»

Woody Allen: «A 85 anni non sono finito. Serie tv? Mai vista una»

Nello specifico la Barrymore torna sul suo coinvolgimento nel lavoro del regista risalente al 1996 e "appoggia" l'accusa di Dylan nei confronti del padre adottivo. «Sento quello che hai appena detto e  cerco di non piangere ora - la risposta di Dylan Farrow durante il suo show -. Ha così tanto significato perché è facile per me dire: "Ovvo che non dovresti lavorare con lui. Lui è un cretino, è un mostro". Ma trovo incredibilmente generoso e coraggioso che tu dica a me che la mia storia e quello che ho passato siano stati importanti abbastanza per te da riconsiderare il tutto». 

Ultimo aggiornamento: 19:32 © RIPRODUZIONE RISERVATA