Valentina Persia a Domenica Live: «Ecco cosa mi è successo quando sono diventata mamma»

Domenica 20 Settembre 2020 di Valeria Arnaldi
Valentina Persia a Domenica Live: «Ecco cosa mi è successo quando sono diventata mamma»

Valentina Persia, a Domenica Live, racconta la depressione post-partum. In passato, ha confessato di non aver provato emozione, quando dopo il parto, le hanno messo i suoi gemelli vicino, e ora approfondisce il tema nel salotto televisivo di Barbara D'Urso. In primo piano, la felicità  - mancata - associata alla nascita.

Gf Vip, «Patrizia De Blanck non si lava, lo sanno tutti». Il commento lascia Barbara d'Urso allibita 

«Io sono stata una maestra di scuola materna, ho avuto tanti nipoti, quello che accade nel grembo e nella testa di una donna però non è calcolabile - dice Valentina Persia - Io cercavo da sempre quella sensazione che raccontano associata alla maternità, ma quando mi hanno messo i gemelli sulla pancia… Non tutte le donne la sentono. Magari vai a cercare quella sensazione, ti senti in colpa, ti senti sbagliata, e invece ci sono tante di quelle donne che non la sentono… Si vede sempre il bello delle cose, io sono l’altra parte. Molte donne non avvertono subito quella sensazione, io qui voglio dire una cosa: date loro tempo».

Lo scatto poi c’è stato.
«Mi ha aiutato la famiglia di una mia amica. Mi davano una mano, avevo bisogno di dormire. Poi, c'è stata una psicoterapeuta, che mi ha detto che ero stanca, non depressa. Ho avuto due gemelli a 43 anni, mi sono trovata a confrontarmi con mamme molto più giovani. La mattina andavo tutta in tiro, tacco 12, a scuola. Un giorno mi hanno detto: che nonna giovane! Ma andate a quel paese… Il giorno dopo sono andata con la tuta».
Da qui anche la scelta di "riappropriarsi" del suo corpo attraverso la chirurgia per togliere la pancia. E non solo.
«Funziona un po’come quando accendi il forno per fare il ciambellone e poi aggiungi due tozzetti, un’altra cosa e via dicendo», commenta Persia, ridendo.

Ultimo aggiornamento: 21 Settembre, 08:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA