Morto il maestro Claudio Scimone, padre dei Solisti Veneti

Morto il maestro Claudio Scimone,
fondatore dei Solisti Veneti
Padova - L'intero mondo della musica classica è in lutto: questa notte  a Padova è morto il maestro Claudio Scimone, fondatore e direttore dei Solisti Veneti dal 1959. Avrebbe compiuto 84 anni il 23 dicembre prossimo: il decesso a causa di problemi respiratori, dieci giorni fa era stato vittima di una rovinosa caduta, mentre era in ferie, che gli aveva provocato la frattura di alcune costole.

L’ultimo concerto dei Solisti Veneti si era tenuto il domenica scorsa a Bressanone. Il prossimo sarebbe dovuto essere il 14 settembre nella Chiesa di Santa Caterina a Padova e poi il 16 settembre a villa Pisani Bosetti di Bagnolo di Lonigo, Vicenza.
 
 


LA CARRIERA  Dopo aver studiato direzione d’orchestra con i maestri Mitropoulos e Ferrara, Scimone aveva raggiunto notorietà internazionale dirigendo alcune orchestre sinfoniche, tra cui la London Philharmonia e la Royal Philharmonic di Londra, oltre a Yomiuri Nippon Symphony Orchestra e la New Japan Philharmonic di Tokyo.
 


Nel 1959 ha fondato a Padova l'orchestra da camera "I Solisti Veneti" con i quali  ha tenuto oltre 6.000 concerti in tutti i continenti, partecipando a importanti festival internazionali (tra i quali, 19 volte, il Festival di Salisburgo). È stato direttore d'orchestra alla Gulbenkian Orchestra di Lisbona, dal 1979 al 1986, e ne era ancora direttore onorario. Sue sono le prime esecuzioni moderne di: Mosè in Egitto, Maometto secondo, Edipo a Colono di Rossini; l'Orlando Furioso di Vivaldi; Le Jugement Dernier di Salieri; Guilaume Tell di Grétry. Nella rinata Fenice, ha diretto la prima ripresa moderna della versione veneziana del Maometto secondo di Rossini

Tutti i servizi sul Gazzettino del 7 settembre

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Giovedì 6 Settembre 2018, 10:54






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Morto il maestro Claudio Scimone, padre dei Solisti Veneti
CONDIVIDI LA NOTIZIA
VIDEO
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
5 di 10 commenti presenti
2018-09-06 23:32:05
questo era una persona che non doveva mai morire, un grande personaggio, quando si diceva solisti veneti voleva dire claudio scimone l' ho visto innumerevoli volte, e sono sempre uscito dal teatro soddisfatto, era un grande interprete di Vivaldi e altri compositori del 700 addio claudio quando ne nascerà una come lei?
2018-09-06 19:14:29
Addio caro Maestro,condoglianze alla famiglia.
2018-09-06 16:57:43
La sue lettura di Vivaldi fa parte dei primi dischi che ho ascoltato e riascoltato da ragazzo. Dopo 40 e passa anni e dopo aver sentito molto altro, posso dire che rappresenta ancora un punto di equilibrio raro tra la pesantezza delle letture in chiave eccessivamente romantica e il rur-fru spesso ridicolo delle letture "filologiche" o sedicenti tali che avrebbero appestato i palcoscenici degli anni a venire. Davvero una grossa perdita: Non conosco un musicista che sia uno che non stimi il M.Scimone.
2018-09-06 16:47:05
Grande uomo. Una grandissima perdita per tutti.
2018-09-06 16:10:05
Nessuno meglio di lui sapeva interpretare la musica barocca. Una grandissima perdita, artistica ed umana. Sentite condoglianze a tutti coloro che gli volevano bene.