BLOG
Modi e Moda di Luciana Boccardi

Successo incondizionato per il "Premio
Moda Città dei Sassi" a Matera

Dieci anni di storia per un Premio sono  a loro modo una storia, in ogni caso una conquista  visto che dalla passerella rigorosa e prstigiosa di questa capitale della cuotura Unesco 2019 sono usciti nomi di stilisti contesi nei grandi ateliers della moda internazionale. Merito di tanti  giovani che si impegnano a fondo nella scalata al successo stilistico,ma anche dell' organzzazione precisa, puntiglisa, esperta del team manageriale del  Premio Cittàà dei Sassi che ogni anno si propone più consolidato  e ricco  di avvenimenti collaterali, eventi culturali, pagine di storia della moda riportate per rendere sempre più familiare  a chi deve intraprendere una carriera  nel fashion la consuetudine con  quella dimensione dell'apparire scelta come oggetto di studio e di realizzazione.
Nei Giardni di Sant'Agostino prima e nello spazio magico di san Pietro Caveoso , nella sera seguente,  si sono alternati sulla passerella gli abiti dei finalisti in concorso ,  allievi di accdademie, stlisti usciti dai corsi di laurea, in parte già affermati , con creazioni indirizzate a tre temi principali: l'alta moda, la moda e il cinema (dedicata quest'ann o alla figura di Claudia Cardinale), e un pret à porter in totale libertà di interpretazione. Avremo modo di intrattenerci sui vincitori di questa tornata che ha avuto cone ospite d'onore una capsule di Roberto Capucci alla quale il Premio Matera ha dedicato una targa di riconoscimento al merito.   
Icona dell'alta moda disponibile a consigli e suggerimenti nei confronti di giovani in cerca di futuro è Michele Miglionico, pilastro della vera alta moda italiana. Uomo di assoluta èlite stilistica dal  credo assoluto nella qualità che non si riferisce solo ai materiali ma al  modo con cui un vestito viene realizzato,   Miglionico è presenea in questa edizione del Premio Città dei Sassi. a  Matera,  con una mostra eccezionale di "Vestiti che profumano d'Incenso" allestita  per questa occasione nella chiesa consacrata del Purgatorio, in via Ridola,    dove  resterà aperta fino al 14 giugno prossimo. Una occasine che ha consentito anche di scoprire un giovane talento,  Donato Cirella,  finora sconosciuto alla plancia di comando dell'alta moda internazionale ( forse per scelta), autore di autentiche opere d'ate in maglia. Anche su questa manifestazione torneremo con la quiete del "dopo-evento", travolti in questo periodo da tante performances di moda-attualità.  Così  come avremo modo di raccontare la moda  " dagli anni Venti alla fine del secondo conflitto mondiale " trattata nel libro dal tiutolo provocatorio "L'eleganza fascista" , di Sofia Gnoli , presentato   per le  giornate della moda a Matera nella sede del Museo archeologico.
Discorso aperto dunque con  Matera per raccontare non solo gli importanti eventi di queste giornate ma quella  non facilmente descrivibile , inquietante magia  di questo "pianeta" sospeso nella storia. 


 

Sabato 9 Giugno 2018, 10:11
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
POST
pubblicato ilVenerdì 17 Agosto 2018, 20:12
pubblicato ilSabato 11 Agosto 2018, 01:32
pubblicato ilMercoledì 8 Agosto 2018, 00:41
pubblicato ilSabato 4 Agosto 2018, 01:03
pubblicato ilGiovedì 2 Agosto 2018, 01:29
pubblicato ilVenerdì 27 Luglio 2018, 18:35
pubblicato ilDomenica 22 Luglio 2018, 01:59
pubblicato ilVenerdì 13 Luglio 2018, 12:53
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER