BLOG
Modi e Moda di Luciana Boccardi

Pitti Uomo: successo di Belvest - Un
nuovo Cucinelli - Www Valentino.

Cinema, cinema, cinema: al di là delle proiezioni combinate e del film "Uninvited - Marcelo Burlon", proposto dalla sezione curata per Pitti Immagine da Lapo Cianchi - in programma al Cinema La Compagnia di Firenze - si va snodando come in un film il panorama della moda maschile per il prossimo inverno,  così come qualche saggio poteva prevedere ma con punte innovative che non sfuggono ad occhi esperti.
Il dandy che si era affacciato qualche stagione fa non esiste più: calma. Esiste in atteggiamenti più misurati, con espressioni stilistiche meno fantasiose, ma esiste ancora nel concetto di abbigliamento che vuole far credere di non voler apparire ma che invece punta ancora sull’effetto. Non si sottrae a questa formula nemmeno una delle più belle firme del panorama italiano per la moda maschile  tradizionale  ma sempre sensibile all’attualità, Belvest, che si propone a Pitti per la stagione 2018-19 con un modus totalmente rinnovato. Stand sempre importante nell’attico di Classico Italia, per l’azienda veneta che ha voluto  per questa 93^ edizione di Pitti Uomo più spazi, più aperture, più luce. Ed è proprio la luce il segreto di questa collezione bellissima che fa leva su una tradizione irrinunciabile per questo marchio  ma con accorgimenti che rendono i dettagli più classici , iper-moderni. Tessuti di qualità sopraffina , come sempre , e occhio al gioco della cravatta che per l’uomo Belvest si propone con un nodo “sdoppiato” del tutto singolare.
“Chi no gh’ha palchi e scagni torna indrio”: a fine Ottocento e fino ai primi decenni del secolo scorso, a Venezia , sulla porta dei teatri  in occasione  di spettacoli particolarmente graditi dal pubblico e quindi con superaffollamento di spettatori,  un uomo strillava nel megafono questa frase per suggerire  a chi non fosse fornito di panchettini o sgabelli sui quali sedersi all’interno della sala  di desistere e tornarsene a casa. Succede così’ - …ma senza megafono! - da Cucinelli nel cui stand spaziosissimo c’è la coda per visitare la collezione che come sempre lo stilista umbro propone con grande attenzione al momento in cui viviamo. Non sfugge mai a Cucinelli ciò che la realtà internazionale chiede alla moda e in questa stagione che veste l’autunno-inverno 2018-19  pare che le richieste si rivolgano alla praticità con qualche concessione in più al gioco, al dettaglio inedito. Vincenti come sempre i colori neutri accesi però da sfumature che ammiccano ai rossi, i viola, gli arancio , alternati all’immancabile blu. Molti i contrasti di tessuti come velluti e flanelle.   Capo vincente in assoluto,  il giubbotto che Cucinelli propone in morbidissima pelle, con risvolti preziosi ma mai troppo ostentati. L’uomo in beige 2018-19 firmato da  Brunello Cucinelli  gioca con qualche inserto colorato ma non esagera mai. Si misura. Non si espone. Riflette.
Tra gli eventi attesi,   l’appuntamento da  Husky  prevede la presenza di due special guest eccezionali: Aldo Montano (lo schermidore italiano più applaudito) e la bellissima  Irene Cioni  che affiancheranno Saverio Moschillo per il racconto delle  ultime novità Husky. Ma reggeranno i due la verve esasperata e piacevolissima dell’imprenditore irpino?
Pubblico di alta gamma  e successo prevedibile per l’evento che Valentino ha allestito nella boutique di via Tornabuoni  per presentare il progetto uomo 2018-19. Un'occasione di cui si riparlerà durante le prossime giornate di Milano Uomo Collezioni.
 

Giovedì 11 Gennaio 2018, 01:36
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
POST
pubblicato ilMercoledì 20 Giugno 2018, 00:41
pubblicato ilDomenica 17 Giugno 2018, 00:46
pubblicato ilSabato 16 Giugno 2018, 01:11
pubblicato ilGiovedì 14 Giugno 2018, 11:13
pubblicato ilLunedì 11 Giugno 2018, 12:47
pubblicato ilSabato 9 Giugno 2018, 10:11
pubblicato ilVenerdì 8 Giugno 2018, 01:15
pubblicato ilDomenica 3 Giugno 2018, 02:11
SEGUICI SU FACEBOOK
SEGUICI SU TWITTER