BLOG
Modi e Moda di Luciana Boccardi

Neanche l'acquazzone è riuscito a
frenare il Tributo a Renato Balestra

C'era tutta Roma, non solo la rappresentanza mediatica più qualificata ma le sue ammiratrici, le sue fans, le sue clienti di sempre, oltre ai messaggi di chi non poteva intervenire. Renato Balestra, il maestro dell'alta moda italiana, il gentleman che ha portato avanti per una vita quei modi aristocratici appresi nella Trieste di un tempo - dov' è  nato 94 anni fa -  quando   residui  della severa educazione austriaca  conseentivano ancora una differenza. Balestra quella differenza l'ha vissuta senza farla mai pesare nè sottolineare: la gentilezza era innata, i modi cortesi non hanno mai intaccato la sua sutorevolezza, anzi l'hanno maggiorata. L'abitudine alla bellezza, alla grazia, all'eleganza gll ha fornito il materale per inventare quegli abiti che ancora oggi sono tra i più belli.
A lui, Altaroma ha ritenuto giustamente di offrire un Tributo, una serata nell'area  di Cinecittà (dove si conduce questa tornata di eventi)  trasformata  qualche tempo fa da un'equipe cinematografica per  usi spettacolari in uno scorcio "autentico" dell'antica Roma. Qui, tra una piazza e una via, un nucleo di case povere e palazzi decorati , arcate e negozi  con tanto di vasi, pesi, attrezzi di lavoro che sembrano posati qualche ora fa da artigiani romani, tutto ricostruito perfettamente da sembrare vero. In quest'area prestigiosa  Altaroma ha predisposto un teatro per l'omaggio a Balesta che ha portato tra il pubblico ll soffio di massima eleganza raccontata dai suoi vestiti iconici, i più signficativi tra i tanti, a cominciare dal primo vestitino realizzato per la griffe, un corto blu che si conclude davanti con una rosa, E avanti con i famosi "blu" Balestra , seguiti dai grandi abiti per le prime della Scala, per i party internazionali più contesi, i giochi di plisssè, i fiori applicati, ricamati, le arricciature, gli entredeux di pelliccia bianca o nera , le cappe. Verso la fine una pioggia dapprima lieve ha cominciato a minacciare la serata. Ma è stata una prova di ammirazione e di stima il resistere del pubblico sotto quello che in pochi minuti era divenuto un acquazone.   Anche le modelle hanno continuato a sfilare come se  tutto procedesse regolarmente presentando gli abiti più suntuosi che il pubblico incurante dell'acqua applaudiva senza sosta facendo letteralmente commuovere Balestra, seduto tra il pubblico,   il signore della moda che per la prima volta non ha potuto concludere la sfilata con la sua immancabile uscita a ringraziare il pubblico.  L'inossidabile ingegnere triestino, votato alla moda e divenuto a tutti gli effetti un cittadino di Roma  dove ha creato la sua volata nel panorama  italiano dell'alta moda  non si inchina all'età, anzi  acquisterà maggiore visibilità  con l'iniziativa importante annunciata dalla presidente di AltaRoma,  Silvia Venturini Fendi , che con la collaborazione del Mnistero dei Beni Cuturali sosterrà la cessione dl materiale d'archivio di Balestra perchè possa diventare materiale di consultazione per i giovani. 

 

Venerdì 29 Giugno 2018, 00:22
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti