Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€
Luciana Boccardi
MODI E MODA di
Luciana Boccardi

CHIUDE ALTAROMA E COMINCIA
LA FASHION WEEK MILANESE

Martedì 23 Febbraio 2021 di Luciana Boccardi

Possiamo ben dire che mai come questa volta AltaRoma ha avuto ruoli  di anticipazione sul modo di presentare la moda durante e forse   -  soprattutto - dopo il coronavirus. Il successo della piattaforma che ha ospitato nei giorni di calendario quanto si potesse immaginare nella scenografia incredibile degli studi di Cinecittà, ci consente di presumere che questa formula digitale potrebbe un giorno diventare il nuovo palcoscenico per la moda sostituendo le tradizionali   (costosissime)  sfilate- show  che avremmo giurato non dovessero finire mai. Invece eccoci incollati allo schermo, affascinati da uno spettacolo che  a volte consente di ammirare  persino meglio i dettagli dei vestiti.  “Il cinema non è mai stato così vero”  ha dichiarato Adriano Franchi, dalla plancia di comando  di AltaRoma  alla fine della kermesse, assaporando la riuscita di un tentativo che all’inizio appariva coraggioso e temerario:  mostrare tutto in streaming e in una diretta virtuale dagli studi che hanno ospitato i set più famosi del cinema internazionale.  Condotta con esperienza e maestria, questa manifestazione  ha confermato con questa edizione la sua validità e la sua voglia di restare un punto fermo per il mondo dell’abbigliamento italiano. Gran  finale invece  dal vivo  con la collezione  che Lavinia Biagiotti (oggi  responsabile  artistica e amministrativa del  brand  Laura Biagiotti)  per  affermare una continuità di pensiero e di stile con la madre  Laura scomparsa ha voluto presentare  in uno dei monumenti della sua Roma, uno dei più significativi agli effetti della voglia di vincere, di superare questo momento tragico di pandemia  e di conseguente disorientamento.  Grande il successo ma anche la commozione.  C’era l’ombra positiva di Laura negli spazi dell’Ara Pacis che sembrava incitare alla positività, con il suo irrinunciabile   e indimenticabile “ce la faremo” .

Finita Roma ecco in arrivo  le giornate della  Fashion Week milanese   per  la moda pret-à-porter  destinata  al prossimo autunno-inverno 2021- 2022, che dal 23 febbraio  durerà fino al 1 marzo prossimo. Molte le novità annunciate, non ultima la sfilata che Valentino presenterà  l 1 marzo (alle ore 14) nel Piccolo Teatro di  Milano , dopo i successi  raccolti con il defilè  spettacolare romano. Tante le novità, soprattutto sul fronte della “sostenibilità”: la parola magica che non può mancare   ormai quando si parla di moda. Il 24 febbraio verrà presentato ad esempio  da Cuoio di Toscana un tessuto totalmente green, destinato indifferentemente a   suole per scarpe  o a un eventuale vestito. Sorprendente?  Tante comunque le sorprese in programma per questi giorni   che devono fare i conti sul fronte delle presenze di pubblico con la pandemia che bussa pesante  sul fronte del contagio.  Ma lo spettacolo comunque...comincia.

Ultimo aggiornamento: 01:34 © RIPRODUZIONE RISERVATA