La paura dei contagi non stoppa gli assembramenti: un locale multato, un altro "attenzionato"

Lunedì 5 Luglio 2021 di Emidio Lattanzi
La paura dei contagi non stoppa gli assembramenti: un locale multato, un altro "attenzionato"

SAN BENEDETTO - Una notte di schiamazzi ma, fortunatamente, senza gravi episodi. Quelle tra sabato e domenica sono state ore complicate in Riviera, almeno per quanto riguarda la quiete pubblica in particolar modo nella zona del centro dove troppo spesso i titolari di qualche esercizio pubblico continua a ignorare le intemperanze dei propri clienti, anche di quelli che sono seduti nelle aree di propria pertinenza. 

Positivi e variante Delta, la provincia di Ascoli ora è osservata speciale dal ministero. A San Benedetto i contagi salgono a 79. Cosa succede

 

Cori notturni in via Calatafimi

Segnalazioni, in tal senso, arrivano ad esempio da via Calatafimi da dove da qualche settimana arrivano segnalazioni di un locale dalla cui area esterna arrivano cori, canzoni e grida di ogni genere. Nella notte tra sabato e domenica, ad ogni buon conto. Per quanto riguarda il weekend l’episodio più curioso è arrivato da una persona non proprio giovanissima, un over 50, che è stata sanzionata dalla polizia locale in seguito ad intemperanze legato all’abuso di alcol. 

Paura nuovi contagi 

I vigili urbani si sono visti costretti ad intervenire calmando l’uomo e multandolo per disturbo della quiete pubblica. Si tratta di uno dei risultati della task force messa in campo dopo il tavolo congiunto tra il sindaco Piunti, la Questura e la Prefettura. I vigili hanno lavorato fino a notte fonda, anche in virtù dell’allungamento dell’orario deciso con l’ordinanza sindacale alla vigilia dell’estate. Con loro polizia, carabinieri e guardia di finanza. Nel corso dell’operazione è stato multato un locale del lungomare per assembramenti, c’erano troppe persone dentro, un altro, in centro, è stato attenzionato dal momento che la situazione è stata costantemente al limite del consentito. Un occhio particolare al discorso assembramenti è stato infatti adottato dopo le notizie che arrivano sul fronte dei contagi con una festa in un locale della città che ha scatenato un focolaio del quale il territorio porta ancora i segni, in termini di numeri. Per questo motivo il livello di guardia è stato innalzato. «Chiedo ancora una volta a tutti, in particolare ai ragazzi ma anche ai gestori di locali pubblici - ha ribadito Piunti - di continuare a mantenere alta la guardia anche in questo periodo di apparente diminuzione del rischio. Il Comune intensificherà i controlli mirati al rispetto delle regole di prevenzione del contagio e chiederò al Prefetto e al Questore, che peraltro mi hanno già rassicurato in tal senso, che lo sforzo sia condiviso con le altre forze dell’ordine». 

Promessi nuovi controlli 

Con un occhio ai contagi, dunque, anche il prossimo weekend trascorrerà con locali e avventori da osservati speciali. Agenti e militari sono infatti particolarmente attenti al numero di persone che si trovano all’interno degli esercizi pubblici e ai comportamenti assunti dalle persone che, come rilevato nel caso del locale sul lungomare multato sabato, troppo spesso si assembrano dimenticando tutta la situazione pandemica che sta facendo da sfondo a questa seconda anomala estate in tempi di Coronavirus, varianti e focolai.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA