Europee. Berlinguer risponde a Cacciari:
«Non lascerò il posto a Laura Puppato»

Da sinistra: Massimo Cacciari, Laura Puppato e Luigi Berlinguer
VENEZIA (15 giugno) - Un gesto di “grande responsabilità e intelligenza politica”. È quello che Massimo Cacciari chiede in una lettera aperta a Luigi Berlinguer: fare spazio, con le sue dimissioni, all'arrivo al parlamento europeo di Laura Puppato, quinta e prima dei non eletti del Pd alle europee nella circoscrizione Nordest.

Luigi Berlinguer è stato il terzo votato del Pd nel Nordest (81.409 preferenze), dopo Deborah Serracchiani e Vittorio Prodi. La Puppato, 59.883 voti, è sindaco di Montebelluna (Treviso). Cacciari si rivolge all'ex ministro dell'Istruzione, sottolineando che il risultato del Pd alle europee “ha ancora una volta evidenziato le strutturali debolezze del partito nel Veneto. Nulla è stato fatto in questi anni (e tu ne sei assolutamente innocente!) - scrive Cacciari - da parte dei "vertici" di Ds, Margherita, Pd per favorire un processo positivo”.



E questo “era il motivo - spiega - per il quale sostenevo una forte candidatura regionale alle elezioni europee, non certo per poca stima o fiducia nei tuoi confronti”. Ora questa però, ricorda il sindaco di Venezia, è la prima volta in cui l'area politica riformista del Veneto non ha un proprio rappresentante a Strasburgo. “Le tue dimissioni - conclude Cacciari - permetterebbero a una giovane donna, valente amministratrice che da sola, senza nessun appoggio del partito ha ottenuto un risultato straordinario, di entrare nel Parlamento europeo come espressione piena della realtà regionale”.



Berlinguer risponde:«Non mancherò all'impegno preso con gli elettori». Luigi Berlinguer non lascerà a Laura Puppato il posto di eurodeputato del Pd nel Nord-Est . Lo dice lo stesso ex ministro dell'Università, rispondendo al sindaco di Venezia: "Caro Massimo - risponde Berlinguer - voglio ringraziarti per l'aiuto e l'attenzione che mi hai prestato in questa campagna elettorale. In merito al tuo invito di oggi di compiere 'un gesto di grande responsabilità' ti assicuro che ho riflettuto e ti rispondo con la franchezza che la nostra pluridecennale amicizia merita. Ti ricordo che non sono stato io a chiedere di essere candidato. Ho però accettato la proposta di guidare la lista del Pd nella circoscrizione Nord Est che mi è stata fatta dal segretario Dario Franceschini e dalla direzione nazionale del partito".



"Ho svolto una campagna elettorale particolarmente intensa - aggiunge Berlinguer - Oltre 81mila cittadini della circoscrizione Nord Est hanno votato il mio nome nelle urne. Tra di loro, oltre 30mila nella sola regione Veneto. Ho contratto in quell'occasione un impegno con gli elettori come del resto ha fatto tutto il Pd e il suo segretario, quello di rispettare la scelta degli elettori mandando a Strasburgo, con l'impegno di lavorarci, tutti i candidati più votati".



E ancora, sul risultato Laura Puppato: "Ho apprezzato il successo di Laura, fondato su una personale credibilità. Sono certo che con Puppato troveremo i modi e le ragioni per un proficuo lavoro comune, così come con gli altri candidati veneti e del collegio tutto, con i sindaci e con i parlamentari per rappresentare al meglio questi territori così importanti per l'intero Paese".

Lunedì 15 Giugno 2009, 18:26






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Europee. Berlinguer risponde a Cacciari:
«Non lascerò il posto a Laura Puppato»
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti