Adescava ragazzini su Facebook
e poi li violentava: arrestato pedofilo

(archivio)

di Cristina Antonutti

PORDENONE - Un pedofilo seriale, che adescava le sue vittime su Facebook e altri social network, è stato arrestato all’alba di ieri dai carabinieri della Compagnia di Spilimbergo (Pordenone). I militari hanno eseguito un’ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal gip Piera Binotto su richiesta del sostituto procuratore Annita Sorti. L’ipotesi di accusa è terribile: violenza sessuale aggravata e continuata ai danni di minorenni, tutti maschi. Alcuni sono bambini, altri sono adolescenti che l’uomo adescava sia in provincia di Pordenone sia in altre realtà extraprovinciali.



L’inchiesta, a cui i carabinieri si stanno dedicando da alcuni mesi, proprio in queste ore si sta ulteriormente rafforzando grazie alla collaborazione delle famiglie delle vittime, decise a tutelare sotto ogni profilo i propri figli. Nelle mani degli investigatori ci sarebbero prove inconfutabili, sostenute anche dall’attività di intercettazione che avrebbe permesso di risalire a numerosi episodi di violenza sessuale consumata. I carabinieri hanno scoperto che i contatti on-line non restavano relegati nel mondo virtuale di internet con scambi di e-mail o di fotografie, come spesso accade nelle inchieste sulla pedo-pornografia. In questo caso ai contatti sarebbero seguiti gli incontri e quello a cui i ragazzi avevano dato l’amicizia su Facebook si sarebbe trasformato un mostro perverso e violento.



Lavoratore autonomo, single e senza figli, l’uomo vive in Valcellina, dove ieri mattina i carabinieri hanno eseguito la misura cautelare e gli hanno perquisito l’abitazione e le pertinenze che sono nella sua disponibilità. Alla notifica del provvedimento del giudice per le indagini preliminari, l’indagato ha nominato come legale di fiducia l’avvocato Luca Donadon.



Viene descritto come il classico insospettabile. Avrebbe invece avuto una doppia vita: il lavoratore e vicino di casa senza ombre sarebbe in realtà un pedofilo che ha rovinato la vita di molti bambini e ragazzini, vittime delle sue violenze inaudite, delle quali nemmeno il suo legale riesce a parlare. L’avvocato Donadon si è chiuso nel più assoluto riserbo in attesa di scegliere le strategie difensive più adeguate in vista dell’interrogatorio di garanzia che si terrà entro la settimana davanti al gip che ha firmato la custodia cautelare.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 23 Novembre 2011, 09:02






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Adescava ragazzini su Facebook
e poi li violentava: arrestato pedofilo
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti