Cacciatore sbaglia la mira
e centra una automobilista

PER APPROFONDIRE: caccia, Giada De Zen, Malo
Cacciatore sbaglia  la mira  e centra una automobilista
MALO - Brutta avventura per la pilota di Formula Abarth Giada De Zen, la cui auto è stata centrata ieri mattina da un cacciatore che evidentemente aveva sbagliato mira. L'episodio è avvenuto lungo la strada che collega Malo con Molina. La giovane ha udito un rumore secco e ha pensato che l'auto fosse stata colpita da un sasso. Sulla portiera, invece, i segni inequivocabili di un foro provocato da un'arma da fuoco. Del responsabile nessuna traccia. La strada è fiancheggiata da campi molto frequentati da cacciatori.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 8 Novembre 2014, 10:29






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Cacciatore sbaglia la mira
e centra una automobilista
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
4 di 4 commenti presenti
2014-11-10 08:54:54
Articolo \"ballistico\" Un po\' di buon senso please. Un\'arma da caccia può usare sia una munizione \"spezzata\" sia a \"palla\" singola. Per cui o la portiera porta le tracce di una rosta di pallini che potrebbero averla danneggiata e non necessariamente forata, oppure se colpita da una pallottola singola l\'auro sarebbe stata trapassata da parte a parte. Rimane il fatto che bisogna accertare se si tratta veramente di un fucile o di una pistola, di un cacciatore, di un bracconiere o di un qualsiasi deficiente che ha provato se l\'arma funziona.
2014-11-08 14:02:24
si accettano scommesse ..quanta gente ci sarà che va in giro per le campagne armata di fucile ma non va a caccia? tutto può essere, d\'accordo, però...
2014-11-08 13:50:40
basta con questi vecchi rincitrulliti di cacciatori che possono maneggiare le armi
2014-11-08 12:29:13
tutti i fucili sparano, basta premere il grilletto l\'unico elemento oggettivo è il danno provocato dal fucile. di fucili in giro ce ne sono svariati milioni e non solo in mano ai cacciatori. se fossi un cacciatore o rappresentante dei cacciatori chiederei i danni d\'immagine al titolatore dell\'articolo. razionalità vorrebbe che almeno la colpa al cacciatore fosse un\'ipotesi. è troppo comodo addossare responsabilità generiche ed offendere intere categorie di cittadini sapendo che nessuno ti chiamerà a rispondere quando questa è invece assolutamente personale