Spara a un elefante marino, condannato a 3 mesi di reclusione

Giovedì 15 Aprile 2021
Usa, spara ad un elefante marino e sconta 3 mesi in una prigione federale

Un uomo è stato condannato alla pena di 3 mesi di reclusione in un carcere federale per aver sparato ad un elefante marino che stava pacificamente riposando sulla spiaggia. È successo in California, dove lo scorso 28 settembre 2019, il 30enne Jordan Gerbich, dopo essersi recato in un'area di osservazione degli elefanti marini vicino alla Riserva marina di Piedras Blancas e al Santuario marino nazionale di Monterey Bay con una pistola calibro 45, ha ucciso senza motivo l'innocente animale. Il ragazzo avrebbe sparato al mammifero un solo colpo, puntando direttamente alla sua testa. La storia è riportata da ABC.

«Il giorno successivo, l'elefante marino è stato scoperto sulla spiaggia con un foro di proiettile in testa», si legge nella dichiarazione dell'ufficio del procuratore degli Stati Uniti per il distretto centrale della California. «Non è chiaro cosa lo abbia motivato a commettere un simile atto; tuttavia, sapeva che era sbagliato», hanno scritto i pubblici ministeri nel loro memorandum di condanna.

Il ragazzo si è dichiarato colpevole nel dicembre 2020 e lo scorso 12 aprile è stato condannato dal giudice distrettuale degli Stati Uniti a tre mesi di reclusione federale per l'insensato gesto. «Il giudice Fischer ha anche ordinato a Gerbich di essere sottoposto a un anno di rilascio controllato dopo il suo rilascio dalla prigione, scontare un periodo di tre mesi di detenzione domiciliare, svolgere 120 ore di servizio alla comunità e pagare una multa di $ 1.000», ha detto il procuratore, secondo quanto riporta ABC. Gli elefanti marini del Nord vivono lungo la costa del Pacifico del Nord America e sono una specie protetta. Per questo motivo le indagini per l'uccisione dell'animale hanno visto l'assistenza della NOAA (National Oceanic and Atmospheric Administration).​

Ultimo aggiornamento: 16 Aprile, 09:11 © RIPRODUZIONE RISERVATA