Studenti costringono un cagnolino a bere birra da un barile. Il video choc fa il giro del web

PER APPROFONDIRE: birra, cane, studenti
Gruppo di studenti costringe un cagnolino a bere birra da un barile. Il video choc fa il giro del web

di Emiliana Costa

Un gruppo di studenti appartenenti a una confraternita universitaria hanno costretto un cagnolino a bere birra a testa in giù. Il video choc, condiviso su Twitter, ha superato le 100mila visualizzazioni, generando lo sdegno della Rete. I responsabili del gesto disumano sono stati sospesi ed è partita un'indagine interna.

La vicenda si è svolta a New York. Come riporta The Indipendent, nel filmato si sente una voce che dà i comandi al cagnolino color champagne. «Vai», gli ordina. Poi due ragazzi lo mettono a testa in giù, costringendolo a bere birra da un barile. Si sentono grida di incitamento e risate. 



Il fatto è finito nel mirino della Società della contea di Nassau per la prevenzione sulla crudeltà verso gli animali e in quello degli amministratori della Hofstra University. L'università di Long Island ha confermato di aver sospeso i responsabili in attesa dei risultati dell'indagine.

«È stato molto sbagliato su così tanti livelli - ha detto al Washington Post Gary Rogers, portavoce della contea di Nassau -. Sono sicuro che non è stata un'idea del cane. Gli animali non fanno quella scelta».

«Ho ancora un nodo nello stomaco», ha scritto un utente. In una dichiarazione rilasciata a The Post, gli amministratori dell'università hanno affermato che il comportamento nel video è «inaccettabile e in violazione del Codice degli standard comunitari dell'Università». Oltre alla sospensione della confraternita, «ogni singolo studente identificato nel video sarà anche soggetto al codice dell'università».

 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 17 Maggio 2019, 10:33






Condividi su Google+ Commenta
<< CHIUDI
CONDIVIDI LA NOTIZIA
Studenti costringono un cagnolino a bere birra da un barile. Il video choc fa il giro del web
CONDIVIDI LA NOTIZIA
DIVENTA FAN
SEGUICI SU TWITTER
COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti