Cina,trovati morti oltre 5mila tra cani, gatti e coniglietti chiusi in scatole di cartone dimenticate alla stazione

Giovedì 1 Ottobre 2020 di Remo Sabatini
Cina, trovati morti oltre 5mila tra gatti, cani e coniglietti chiusi in scatole di cartone. Dovevano essere spediti in tutto il mondo

Sono morti di stenti fra atroci sofferenze. Chiusi nelle scatole di cartone sigillate come fossero giocattoli, sarebbero dovuti essere spediti chissà dove, chissà a chi. E invece niente. Dimenticate in un deposito di spedizione cinese, quelle scatole con dentro 5mila vite, sono state aperte quando ormai era troppo tardi. La macabra scoperta è avvenuta nel corso di controlli di routine a Luohe, nella struttura logistica di smistamento e spedizione a Dongxing Logistics, nella provincia cinese di Henan.

A rendere noto l'accaduto, Utopia, una associazione locale che si occupa di protezione animale e che ha diffuso le tristi immagini che pubblichiamo. Diverse le specie animali coinvolte nella strage. Dai gatti ai cani, fino a coniglietti e porcellini d'india, a tutti è toccata la medesima sorte. Morti di fame e sete, se non di soffocamento, soltanto una minima parte sarebbe riuscita a sopravvivere. Così, mentre le autorità indagano sull'accaduto, ancora non è chiaro come possano essere state dimenticate per giorni e giorni, tutte quelle scatole accatastate l'una sull'altra come fossero niente. Stando alle prime indiscrezioni, tutti quegli animali inscatolati, sarebbero il frutto di acquisti operati on-line che, per chissà quale motivo, sarebbero rimasti inevasi o in attesa di essere spediti. Un'attesa infinita che è risultata fatale.

 

 

Ultimo aggiornamento: 16:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA