Giornata Mondiale degli Squali, la verità sul "terrore dei mari" tra mito e realtà

Mercoledì 14 Luglio 2021 di Remo Sabatini
Il salto spettacolare di uno squalo bianco di 4,5 metri. (immag e video esclusivo di Remo Sabatini)

Oggi si celebra la Giornata Mondiale degli Squali ma non c'è molto da festeggiare. Lo squalo, infatti, nonostante siano trascorsi quasi cinquant'anni dal leggendario film di Spielberg che avrebbe cambiato per sempre la percezione dell'uomo nei confronti di questo animale, continua ad essere considerato alla stregua di un mostro marino. Tanto che delle oltre 400 specie di squali esistenti, molte sono ormai considerate a rischio estinzione. Dall'innocuo palombo alla verdesca, ingredienti principe di mille ricette anche nostrane, fino al mako e al grande squalo bianco, gli squali cacciati per soddisfare la richiesta di carne e soprattutto di pinne, non si contano più. Con più di novanta milioni di squali sterminati all'anno, la fine del vecchio signore del mare è ormai legata a un filo. Anche e soprattutto nel nostro Mediterraneo dove, nonostante qualche sporadico avvistamento, il loro numero sembra essere in perenne e drammatico declino. Una ragione in più perché si prendano provvedimenti urgenti per salvaguardare un animale simbolo del pianeta blu e fondamentale per l'ecosistema marino. Prima che sia troppo tardi.

Baby squalo bianco abbocca all'amo del pescatore che lo rilascia in mare. Le eccezionali immagini in un video

Video

 

Ultimo aggiornamento: 15 Luglio, 10:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA