Animali, pulcini fratini a rischio nel riminese: vengono uccisi dai cani lasciati liberi

Venerdì 4 Giugno 2021
Animali, pulcini fratini a rischio nel riminese: vengono uccisi dai cani lasciati liberi

Sul litorale riminese è allarme per i pulcini Fratini, la cui sopravvivenza è a rischio a causa dei cani lasciati liberi dai padroni. A lanciarlo, sulla sua pagina Facebook, è l'associazione 'Salviamo il Fratino a Rimini e Riccione' secondo cui i pulcini dei piccoli trampolieri sono «massacrati dai cani: 9 pulli su 10 nati a Rimini e Riccione - si legge - vengono uccisi dopo pochi giorni di vita dai cani lasciati liberi in spiaggia dai loro padroni nonostante la chiarissima ma poco rispettata ordinanza».

I bimbi disabili imparano a curare gli animali

A giudizio dell'associazione «non serve neanche lo sforzo congiunto dei volontari» delle diverse associazioni ambientaliste e «del Corpo Carabinieri Forestali e delle Guardie Giurate Venatorie, a fermare il massacro di questa specie in via di estinzione». Per tutelare i Fratini non erano mancate le polemiche nel 2019, in occasione del 'Jova Beach Party', il concerto di Jovanotti tenuto proprio nella porzione di arenile tra Rimini e Riccione nella zona di nidificazione dei volatili. Adesso, lamenta ancora l'associazione su Facebook, «tra gravi minacce personali ai volontari da parte di alcuni padroni di cani andiamo avanti dalla mattina alla sera facendo la conta dei pulli persi. Nei vari giri di sorveglianza abbiamo constatato che anche la notte i possessori dei cani li lasciano correre liberi in spiaggia. Manca l'informazione, manca l'educazione, manca il buon senso. Noi siamo stremati le energie ed il tempo libero diminuisce ogni giorno sempre di più, ma lui grida aiuto. Il fratino è in estinzione, la specie è in emergenza».

Ultimo aggiornamento: 5 Giugno, 08:46 © RIPRODUZIONE RISERVATA