Pesci rossi domestici liberati nei laghi? «Non fatelo, è pericoloso: possono crescere a dismisura»

Lunedì 19 Luglio 2021 di Remo Sabatini
Uno dei pesci rossi cresciuti a dismisura (immag diffusa su Fb da City of Burnsville, Minnesota Municipal Government)

Alzi la mano chi non ha mai visto un pesciolino rosso dentro una minuscola boccia di vetro nelle fiere o al luna park. Tristi e malandati, per vincerli bastava riuscire a centrare quel vasetto di vetro con la pallina e quel pesce sarebbe stato tuo. Così, per la felicità del bambinetto di turno, ecco il premio. Rinchiuso in un sacchetto di plastica con quel goccio d'acqua "che tanto fino a casa ci arriva", nove su dieci sarebbe finito in  cucina o sul tavolo del salotto. E poi la raccomandaziione: bisognava cambiargli l'acqua un paio di volte alla settimana, un pizzico di mangime e il gioco era fatto.

Pesci rossi vivi usati come centrotavola nel bar: la protesta delle associazioni

Pesci rossi, perché non bisogna liberarli nei laghi

Già, e poi? Già perché dopo un poco, quel pesce che non parla e non fa versi, annoia. E allora che si fa? Nella migliore delle ipotesi, se non direttamente nello scarico del water close, quel pesciolino rosso finisce in uno stagno o al lago. Soluzioni sbagliate e pericolose per tutti. Per il pesciolino rosso abituato ad una boccia di vetro e al mangime che, ammesso riesca a sopravvivere, si troverebbe in un mondo sconosciuto. Per il nuovo habitat violato dove, l'ex pesciolino di casa crescerebbe a dismisura nutrendosi di tutto ciò che gli capita a tiro. Per non parlare dei parassiti sviluppati in cattività. Insomma una vera calamità.

Lo sanno bene le autorità della città americana di Burnsville, in Minnesota che, nei giorni scorsi e a riguardo, hanno lanciato un accprato appello ai possessori di pesci rossi della Contea di Dakota: "Per favore, scrivono, non rilasciate il vostro pesce rosso nei laghi o negli stagni. Può crescere più di quanto si possa pensare e creare grossi problemi all'habitat. Come accaduto nel lago Keller". A corredo del comunicato, alcune immagini di pesci rossi rilasciati nel lago e cresciuti molto più del dovuto. Povero pesciolino rosso. Non è certo colpa sua se l'uomo continua a trattarlo come fosse un pupazzo di pelouche.

Video

 

Ultimo aggiornamento: 21 Luglio, 17:28 © RIPRODUZIONE RISERVATA