New York, la strage degli uccelli migratori: in centinaia morti schiantati contro i vetri dei grattacieli

Domenica 19 Settembre 2021 di Remo Sabatini
Alcuni uccellini migratori morti schiantati a New York. (Immag e video diffusi su Twitter da Melissa Breyer)

«Quando ti trovi 226 uccelli migratori morti schiantati contro le finestre dei grattacieli in una sola mattinata, è difficile riprenderli tutti in un solo scatto». Questo l'amaro commento di Melissa Breyer, volontaria di New York Audubon, l,'associazione ambientalista che si occupa di salvaguardia animale, rilasciato dopo l'amara scoperta dei giorni scorsi lungo i marciapiedi e le strade di New York.  Una vera e propria strage che, inaspettata nei numeri, ha visto coinvolti in una sola mattinata, centinaia di uccelli migratori di specie diverse, finiti contro i cristalli dei grattacieli della grande mela nell'area del World Trade Center.

Torre Flavia, oasi da sogno: arrivano anche i piovanelli, piccoli trampolieri che si fidano dell'uomo Foto

L'appello

E le immagini, diffuse dalla stessa Breyer, sono terribili così come quel numero, oltre 200, che rappresenta un tragico record. Solitamente, infatti, in questo periodo della stagione, se ne trovavano meno di una trentina. Molte delle piccole vittime sembra siano morte alle prime luci dell'alba. Probabilmente confusi dalla luce naturale mescolata a quella artificiale di una città che non dorme mai, i poveri uccellini hanno finito per perdere la bussola finendo addosso ai grattacieli ed ai quei vetri rimasti accesi. Da qui l'appello della Breyer: «Per favore, sarebbe possibile spegnere le luci durante il periodo della migrazione?».

 

 

Ultimo aggiornamento: 20:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA