Koala a rischio estinzione, in Australia arrivano droni e cani molecolari per proteggerli

Martedì 5 Gennaio 2021
Australia, droni per monitorare e tutelare i koala: la loro sopravvivenza è minacciata

L'Australia rischia di perdere una delle specie animali più emblematiche presenti sul suo territorio: i koala. Già minacciati dagli incendi fuori controllo degli scorsi mesi, questi marsupiali sono sempre più vulnerabili per diversi motivi e per questo le autorità hanno deciso di tutelarli, monitorandoli anche con dei droni.

 

Come spiega l'Independent, l'Australia utilizzerà i droni e i cani molecolari per monitorare costantemente i koala e provare a fare un censimento degli esemplari presenti sul territorio nazionale. Si tratta di un progetto ambizioso e non semplice da realizzare, ma necessario: i koala non sono minacciati solo dagli incendi, ma anche dalla distruzione del loro habitat, dai cambiamenti climatici, dalle epidemie e dagli incidenti stradali. Tra le mosse varate dalle autorità locali ci sono anche dei piani per la riforestazione, con la semina dell'eucalipto, alberi essenziali per la vita di questi animali.

 

Il piano fa parte di un investimento statale pari a 18 milioni di dollari australiani (circa 11 milioni di euro) per tutelare i koala, sempre più a rischio estinzione. Le stime sono allarmanti: nel 2016 si riteneva che i koala, in Australia, fossero 329.000. Oggi, secondo gli esperti, il numero di esemplari è inferiore agli 80mila e i più allarmisti sostengono che i koala in tutta l'Australia non siano più di 43-45mila.

 

Solo a causa degli incendi che hanno flagellato a lungo l'Australia, lo scorso anno, sono morti almeno 60mila koala, secondo un report del WWF. Il caso è approdato anche in Parlamento e le autorità hanno deciso di intervenire per evitare lo scenario ipotizzato dai massimi esperti di fauna selvatica: senza un intervento diretto di tutela da parte dell'uomo, i koala potrebbero estinguersi entro il 2050.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA